Bando giornalista Cuis annullato

Lecce. Dopo l'attacco di Assostampa sulla illegittimità del bando per il nuovo addetto stampa, l'ente presieduto da Gabellone ana l'atto e apre ai pubblicisti

Il consiglio di amministrazione del Consorzio Universitario Interprovinciale Salentino, presieduto da Antonio Gabellone (che è anche presidente della Provincia di Lecce) ha comunicato di aver revocato con apposito atto un precedente avviso pubblico con il quale si ricercava un nuovo addetto stampa, limitando il campo dei candidati ai soli giornalisti professionisti. Si legge oggi nella nota che l'atto è stato revocato “al fine di riformulare il bando per consentire la partecipazione anche ai giornalisti pubblicisti precedentemente esclusi”. In effetti la vicenda (che potete rileggere qui) aveva scatenato forti polemiche, con la formale presa di posizione di Raffaele Lorusso, presidente del sindacato dei giornalisti Assostampa, che aveva considerato il bando illegittimo, in quanto non rispettava i requisiti della legge 150/2000 che regolamenta gli uffici stampa nelle pubbliche amministrazioni. Gabellone si era in un primo momento difeso, affermando che “non intendeva istituire un ufficio stampa, ma solo avvalersi di un giornalista competente per la comunicazione dell'attività del Cuis”. Oggi la revoca del Bando.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Leave a Comment