Tenta il furto in appartamento ma la proprietaria lo fa arrestare

Nardò. La 72enne prescelta dal malvivente come sua vittima, l’ha inseguito ed intanto ha chiamato aiuto, riuscendo a sventare il colpo

NARDO’ – Topo d’appartamento in azione: la vittima lo sente, lui fugge, lei lo insegue, chiama i carabinieri e lo fa catturare. E’ finito così, la scorsa notte, il tentativo di furto di Pierluigi Romano, classe 1959, pregiudicato di Nardò scoperto a rubare in un’abitazione, messo in fuga ed inseguito, a piedi, dalla proprietaria, un’arzilla 72enne. L’intruso si era intrufolato nell’abitazione, dove la donna, a basso volume, guardava la tv; per entrare aveva forzato una persiana smontandone le lamelle in alluminio una ad una e una porta finestra che permetteva di accedere alla camera da letto della signora. A quel punto la “sorpresa” per entrambi che credevano, fino a quel momento, di essere da soli. Alla vista della proprietaria il malvivente si è dato precipitosamente alla fuga dopo averla minacciata di non chiamare i carabinieri, ma la donna non si è arresa, gli è corsa dietro mentre avvertiva la figlia, che a sua volta chiamava i carabinieri, che quindi sono riusciti ad arrivare in tempo e ad arrestare il malvivente, dopo un faticoso inseguimento. L’accusa a carico del Romano è di tentato furto aggravato in abitazione. Lo sfortunato ladro, dopo le formalità di rito, è stato accompagnato presso la propria abitazione in regime di arresti domiciliari.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!