Lecce: testa a testa col Trapani

Lecce. Sfida decisiva domenica 5 maggio al Via del mare contro il Carpi, terzo in classifica. Per i giallorossi vietato sbagliare. La maturità di Bogliacino

Lecce e Trapani, alla vigilia della 33esima gironata di Lega Pro, sono appaiate in cima alla classifica a quota 60 punti. Un finale di campionato entusiasmante, con in palio un solo posto per la promozione diretta in serie B, mentre la squadra che arriverà seconda dovrà affrontare i play-off. Le sfide incrociate per le due capoliste non sono facili. Il Lecce sfida in casa la terza in classifica (50 punti). Il Carpi non può più vincere il campionato ma è una formazione temibile che ci terrà a fare bella figura e consolidare la sua posizione in classifica che le consente di staccare un biglietto per i play off. Tapani-Reggiana è potenzialmente ancora più insidiosa per il Trapani, come riconosciuto dal direttore sportivo, Daniele Faggiano che ha annunciato allenamenti a porte chiuse “per tenere alta la concentrazione e perché ci attende un finale di campionato molto duro”. Inoltre la Reggiana è costretta a lottare per un miglior piazzamento nei play out e quindi giocherà con grande agonismo. Intanto il centrocampista uruguayano del Lecce Mariano Adrian Bogliacino lancia la carica per la sfida di domenica: “In questo momento siamo concentrati sulla nostra prossima partita, una gara non semplice visto che affronteremo un Carpi terzo in classifica. Sia noi che il Trapani siamo attesi da incontri, comunque, non facili, probabilmente il nostro è un calendario più insidioso. In questo momento bisogna ragionare gara per gara e posso assicurare che vincere non è mai facile per nessuno. Domenica prossima dovremo metterci la massima attenzione per vincere quest’incontro e poi dovremo cercare di essere cinici al massimo per sfruttare ogni minima occasione da rete, perché la differenza reti gioca un ruolo fondamentale. Dovremo, però, giocare con calma, senza frenesie, perché la voglia di voler chiudere subito una partita può mettere ansia. I miei gol? Spero di riprendere presto il discorso con il gol, perché arrivare in doppia cifra sarebbe per me un piacere. Il Carpi? Sicuramente è una squadra a cui non puoi regalare a, anche se stiamo pensando più a noi stessi e stiamo migliorando di gara in gara e se, malauguratamente, dovessi arrivare ai playoff siamo in grande salute.”

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Leave a Comment