Weather Analyst. Il CMCC premiato a Roma

Lecce. Importante riconoscimento per Paola Mercogliano e Francesco Cotroneo, ricercatori del Centro euromediterraneo sui cambiamenti climatici, con sede a Lecce

LECCE – Si chiama Weather Analyst, è uno strumento che serve a meteorologi, climatologi, e, più in generale, a coloro che utilizzano i dati atmosferici, sia su scala meteorologica che climatica, per effettuare analisi di impatto dei cambiamenti climatici. Paola Mercogliano e Francesco Cotroneo, ricercatori del Centro euromediterraneo sui cambiamenti climatici (CMCC – Divisione Impatti sul suolo e le coste, ISC) fanno parte dello staff che ha sviluppato questo strumento e mercoledì hanno ricevuto a Roma il premio “Innovazione e Prevenzione 2013″. La premiazione è avvenuta nell’ambito della 14esima Conferenza italiana Utenti Esri, importante appuntamento per tutti gli operatori pubblici e privati che si occupano di elaborare, gestire, analizzare e pubblicare dati geografici. Weather Analyst ha lo scopo di realizzare un’interfaccia che possa essere utile a diverse tipologie di utente. Il tool sviluppato permette di analizzare in maniera semplice i dati atmosferici provenienti da diverse fonti, sia osservazioni (in situ e da satellite) che modelli numerici, e allo stesso tempo permette l’utilizzo del dato atmosferico come input di modelli di impatto che tipicamente già operano nell’ambiente GIS. Tra questi vi sono i modelli idraulici, idrologici e di stabilità di pendio. Il tool, inoltre, permette all’utente di valutare le performance del modello atmosferico sull’entità geografica di interesse (regioni, strutture critiche, bacini etc.) e di aumentare la risoluzione del dato atmosferico utilizzando diversi tipi di downscaling spaziale (kriging, natural neighbour etc.). Tale software è stato già utilizzato per le analisi meteo/climatiche sull’area franosa di Cervinara e sul bacino del Po, ma anche per la validazione del modello climatologico regionale Cosmo Clm, modello utilizzato dal CMCC per realizzare simulazioni climatiche ad alta risoluzione (fino a 4 km) sull’area Mediterranea. Weather Analyst è stato sviluppato nell’ambito delle ricerche realizzate dal Centro Euro-Mediterraneo sui Cambiamenti Climatici (CMCC), in particolare dalla Divisione ISC – Impatti sul suolo e sulle coste, che ha sede a Capua e a Venezia.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!