Bruciano pneumatico davanti al supermercato

Porto Cesareo. Episodio intimidatorio ai danni del negozio “Di Meglio”

PORTO CESAREO – Il clima che si respira a Porto Cesareo è tutt’altro che leggero. Nei mesi scorsi, gli attentati nei confronti del sindaco e di professionisti del posto; ieri sera, attorno alle 22, un episodio incendiario che ha tutta l’aria di un avvertimento, un messaggio, e neanche tanto velato. Ad essere preso di mira è stato il supermercato “Di Meglio” gestito da Antonio Cagnazzo, 50 anni, residente a Leverano. Qualcuno ha posizionato un pneumatico di fronte alla porta di ingresso e l’ha cosparso con del liquido infiammabile. Poi ha appiccato il fuoco. Che tuttavia non ha arrecato i danni previsti dai malviventi. Il copertone è infatti scivolato, non toccando, se non di sfuggita, il mura del locale, annerendolo. Sul posto sono giunti i vigili del fuoco ed i carabinieri della compagnia di Campi Salentina che si stanno occupando delle indagini. A loro, il gestore del supermercato ha riferito di non essere mai stato vittima di minacce o altri atti simili. Gli inquirenti inizieranno probabilmente col vagliare i filmati delle telecamere di videosorveglianza collocare non lontano dall’esercizio commerciale. Qui la ricostruzione degli attentati ai danni del sindaco

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!