Perrone: ‘Sospendete il riclassamento’

Lecce. Il sindaco di Lecce scrive nuovamente all’Agenzia del Territorio

LECCE – In una lettera inviata al direttore dell’Agenzia del Territorio, Gabriella Alemanno e al direttore dell’Agenzia del Territorio di Lecce, Antonio Carbonara, il sindaco di Lecce Paolo Perrone ha chiesto nuovamente e con immediatezza la sospensione del processo di revisione del classamento delle unità immobiliari “per non arrecare ulteriori pregiudizi all’Amministrazione comunale e ai cittadini interessati”. “Alla luce dei recenti provvedimenti cautelari emessi grazie ai quali sono state concesse dodici sospensive e sono state rigettare quattro istanze – sottolinea il primo cittadino – ritengo inutile continuare in defatiganti contenziosi che vedono, come ricorrenti, sia numerosissimi miei concittadini innanzi alla Commissione tributaria provinciale, sia diverse associazioni di consumatori che il Comune di Lecce dinanzi al Tar. Si tratta di contenziosi che – come ha accertato la Commissione tributaria provinciale – potrebbero avere esito negativo nei confronti dell’Agenzia del Territorio”. Di qui l’invito del sindaco Perrone ai vertici dell’ex Catasto a “sospendere gli effetti del procedimento di riclassamento automatico degli immobili”. Articoli correlati: Estimi catastali. Le associazioni diffidano l'Agenzia delle entrate Riclassamento degli immobili. Perrone: ‘Basta polemiche sterili' Riclassamento degli immobili? ‘Si anino le delibere' Classamento degli immobili. Perrone cede: ‘Ricorso al Tar'

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!