Incendio in centro a Botrugno. Distrutta l’auto di Macculi

Botrugno. Le fiamme, probabilmente di natura dolosa, hanno danneggiato anche la vettura del fratello dell’assessore

BOTRUGNO – L’Audi Q5 dell’assessore provinciale al Bilancio (e presidente dell'Ato Lecce 2) Silvano Macculi era parcheggiata in via Trento, davanti all’abitazione del politico, nel centro di Botrugno. All’improvviso l’incendio, attorno alle 4 della scorsa notte. E dell’imponente mezzo è rimasto solo lo scheletro. Le fiamme sono state così alte da annerire il muro dell’abitazione e da intaccare anche una seconda auto, la Mini Cooper utilizzata dal fratello di Macculi. Entrambi i mezzi danneggiati dall’incendio sono intestati al padre dell’assessore. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco che, domando le fiamme, hanno impedito che potessero provocare ulteriori danni alle autovetture ed alle abitazioni vicine. Ma al momento non sono stati rilevati resti e segnali che possano fornire un indirizzo alle indagini: sul posto non sono state rinvenute tracce di liquido o contenitori vuoti utilizzati per contenerlo. I carabinieri della Compagnia di Maglie stanno ora vagliando i filmati delle telecamere di sorveglianza della zona che potrebbero aver ripreso i responsabili del gesto all’opera. Gli inquirenti propendono infatti per ritenere l’episodio di natura dolosa, data la portata del rogo.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!