Crifiu primi in classifica al concorso 1MFestival

La band salentina si esibirà alle Cantelmo di Lecce per cercare di approdare sul palco di piazza San Giovanni

Dopo il voto popolare e il voto della giuria i salentini Crifiu sono primi in classifica nelle selezioni del 1MFestival, il contest promosso dal Primo Maggio in collaborazione con Puglia Sounds che permetterà ad artisti e band emergenti di salire sul palco del concertone del Primo Maggio. I Crifiu hanno partecipato alle selezioni con il singolo “Rock & Raï” con la partecipazione di Nandu Popu dei Sud Sound System, sintesi dell’intero album per sonorità e liriche che, con il suo sound intrigante tra loop dance e ritmiche maghrebine, canta un Mediterraneo di pace e amore, il Mediterraneo come il “mare che bagna le terre del mare tra le terre”. Il videoclip, girato tra il Salento e il Marocco e firmato da Gianni De Blasi, naviga verso il mezzo milione di visualizzazioni totali su Youtube. Il brano è tratto da “Cuori e Confini”, prodotto da Dilinò, distribuito da Goodfellas e promosso con il sostegno di Puglia Sounds, un disco originale e contemporaneo capace di mescolare i suoni e i ritmi del mediterraneo alla potenza del rock e dell’elettronica in un originale ed innovativo sound. I 48 finalisti si esibiranno a Milano (Officine Creative Ansaldo, dal 30 marzo al 4 aprile) o a Lecce (Officine Cantelmo, dall’8 al 13 aprile). I live saranno trasmessi in live streaming sul sito www.1MFestival.com e verranno votati dal popolo del web e dalla giuria di qualità. Le band/artista emergente che supereranno la fase WE LIVE avranno la possibilità di esibirsi a Roma sul palco del concertone del Primo Maggio e partecipare alla votazione finale. Tra questi sarà proclamato e premiato, durante il concerto, il vincitore di “1Mfestival”. “Cuori e confini” vanta la produzione artistica di Arcangelo “Kaba” Cavazzuti, già batterista di Vasco Rossi ed ex produttore–musicista dei Modena City Ramblers, e la presenza di ospiti nazionali e internazionali, tra cui Papet J, mc dei Massilia Sound System (Francia), Lou Dalfin, Gastone Pietrucci de La Macina, Cisco e il salentino doc Nandu Popu dei Sud Sound System coautore e voce del singolo. I Crifiu uniscono chitarre elettriche, campionatori, flauti, frequenze basse e potenti groove di batteria per disegnare un’identità originale, potente ed evocativa con uno stile personale ed inconfondibile che svela la freschezza del gruppo e, al tempo stesso, la maturazione artistica raggiunta, figlia anche degli “incontri musicali” fatti in questi anni, condividendo palco e “retro-palco” con artisti come Asian Dub Foundation, Sud Sound System, Massilia Sound System, Roy Paci, Caparezza, Modena City Ramblers, Mannarino, Il Teatro degli Orrori, Gang, Giuliano Palma, Max Gazzè e molti altri. Il gruppo salentino suona forte e fa danzare all’insegna di una musica che mescola intuizioni diverse, oltre i confini e capace di far parlare del Salento come di una prolifica fucina artistica da dove provengono progetti ed idee nuove ed originali.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!