Welfare, via al terzo Piano regionale

Bari. Dopo aver ricostruito il quadro di interventi effettuato nei primi due cicli di programmazione, il Piano fornirà gli indirizzi dei servizi 2013-15

BARI – Parte in Puglia la terza fase di programmazione del welfare a cura della Commissione politiche sociali. Dopo aver ricostruito il quadro di interventi effettuato nei primi due cicli di programmazione, il terzo Piano regionale fornirà gli indirizzi per l'attuazione dei servizi nel triennio 2013-15. Intanto per il 2013, nonostante i tagli al Fondo sociale, sono riconfermati i 270 milioni di euro per i Piani Sociali di Zona. “L'annualità 2013 – ha spiegato Anna Maria Candela, dirigente regionale del Servizio programmazione sociale e integrazione sociosanitaria – sarà momento di transizione, considerata la situazione di attesa, da parte nostra, di indirizzi comunitari e nazionali. La nostra azione, tuttavia, deve puntare ad evitare la frammentazione dei servizi, ricostruendo una filiera di servizi organizzata, capace di intercettare bisogni e offrire risposte. La novità del nuovo Piano regionale sarà quella di non avere cifre inutilizzate, ma programmare senza accumuli. L'auspicio é che non si pongano freni dall'alto al sistema di welfare pugliese”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!