Polizia ambientale. Il pattugliamento dà i primi frutti

Casarano. Individuati alcuni responsabili di abbandono di rifiuti in periferia. Il sindaco: ‘Serve la collaborazione di tutti’

CASARANO – Inizia a dare i primi frutti, a Casarano, il servizio di pattugliamento del territorio a cura della Polizia Municipale. In Comando ha fatto sapere di aver individuato alcuni responsabili di abbandono di rifiuti nelle contrade di campagna che, dunque, saranno perseguiti secondo la legge. Il servizio di pattugliamento si sta svolgendo negli orari in cui tendono a concentrarsi le violazioni in tema ambientale, con la capillare presenza degli agenti, in particolare nelle zone periferiche della città. Il progetto di polizia ambientale, è stato attuato dall’Amministrazione comunale su spinta dell’assessore alla Salvaguardia dell’ambiente Ottavio De Nuzzo e del vicesindaco ed assessore alla Polizia Municipale Adamo Fracasso. “Esprimo viva soddisfazione – ha commentato il sindaco Gianni Stefàno – per i primi risultati raggiunti dal Progetto di Polizia Ambientale messo in campo da questa Amministrazione. Sono stati individuati i primi responsabili di questi reati perpetrati ai danni dell’ambiente e ci auguriamo che ciò sia da deterrente per evitare che se ne commettano altri. Non è più tollerabile che le zone periferiche della città diventino delle discariche a cielo aperto di rifiuti pericolosi. Ora che i risultati iniziano ad arrivare, chiediamo alla cittadinanza ancora più collaborazione con le Forze di Polizia Municipale per fornire loro qualsiasi informazione utile per consentire l’individuazione dei responsabili”.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!