Lecce motivato: il Como nel mirino

Lecce. Il portiere Benassi dà la carica ai suoi in vista della gara di lunedì sera contro i comaschi

ph: Giovanni Evangelista Seduta a porte chiuse questa mattina per i giallorossi, nel corso della quale la squadra ha continuato il lavoro in vista della gara di lunedì sera contro il Como. Assenti Foti e Ferrario, Vanin ha svolto cure fisioterapiche. Hanno continuato a svolgere lavoro a parte Pià, Di Maio e Petrachi. Domani mattina, alle 9.30, è in programma la rifinitura al Via del Mare. Intanto il portiere del Lecce, Massimiliano Benassi è pronto al rientro: “Sto bene, anche se avverto ancora un po’ di fastidio, ma sono pronto. Come ho visto Petrachi contro la Tritium? L’ho visto bene e sono molto contento per lui. Da tre anni abbiamo un ottimo rapporto che va al di la del calcio e quando è riuscito a parare il rigore era contento come se lo avessi parato io. Davide si meritava questa opportunità en gli faccio i complimenti per come è riuscito a sfruttarla. Il Como? Come ho sempre detto il futuro dipende solo da noi, pur rispettando i nostri avversari. Anche nel momento in cui abbiamo accusato un flessione e non riuscivamo a raccogliere dei risultati, questo dipendeva da noi. Con la squadra che abbiamo siamo artefici del nostro destino. Modulo spregiudicato? Non credo, dipende sempre da come lo applichi, magari anche con una difesa a 5 rischieresti di più. Certamente giocando con quattro attaccanti devi correre tanto, ma questo sistema di gioco ti da più possibilità di andare a segno. Con la gara di lunedì potremmo andare a +4 dal Trapani? Non penso al Trapani, ma al Como, ci aspetta una gara difficile.”

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!