Riordino Province. ‘Brindisi ritiri la delibera di accorpamento’

Brindisi. Il movimento “Sì Democrazia” presenterà l’ordine del giorno al prossimo Consiglio comunale

BRINDISI – Il Comune di Brindisi ritiri la delibera con la quale si approva l’accorpamento alla Provincia di Lecce. Lo chiederà l’ordine del giorno che il movimento “Sì Democrazia” presenterà in occasione del prossimo Consiglio comunale. Il decreto legge 188/12 che prevedeva il riordino delle Province con accorpamenti di alcune e l’istituzione delle città metropolitane non è stato convertito in legge dal Parlamento nel termine previsto di 60 giorni, pertanto è decaduto. L’annuncio del ministero della Giustizia è stato pubblicato dalla Gazzetta Ufficiale 7/2013. L’auspicio di “Sì Democrazia” è che le forze politiche che saranno chiamate a governare affrontino il problema in maniera totalmente diversa, prestando attenzione alle volontà dei territori. “Se le province sono considerate ‘enti inutili’ e fonte di sperperi – si legge in una nota del movimento -, allora si pensi a una loro totale abolizione non prima però di aver concepito una nuova organizzazione del territorio”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Leave a Comment