Pd. Blasi: ‘Mi dimetto, anzi no’

Roma. Giornata di fuoco per il Pd pugliese. Il segretario regionale non gradisce le candidature calate dall’alto, minaccia dimissioni e poi le ritira

ROMA – Troppi “immigrati del Nord” nelle liste elettorali pugliesi. Ed il segretario regionale del Pd Sergio Blasi annuncia dimissioni irrevocabili. Poi torna sui suoi passi e resta, dopo quello che definisce un “confronto costruttivo” con Bersani. E’ accaduto ieri: prima l’annuncio, poi la smentita. Al momento Blasi è ancora a capo dei democratici pugliesi che tuttavia avrebbero, secondo quanto lui ha affermato, tradito il risultato delle urne alle Primarie, imponendo dall’alto candidati. Oggi la situazione sembra essersi rasserenata ma da Roma, dove Blasi si trova ormai da una settimana, non sono ancora giunti aggiornamenti. Ciò che si sa, al momento, è il suo rifiuto ad essere il capolista per la Camera.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!