Pallavolo. Casarano, sconfitta di misura a Cosenza

Cosenza. Buona prestazione per i rosso azzurri che non riescono però a portare a casa la vittoria

COSENZA – Il cuore, a volte, non basta. Potrebbe essere riassunto in questo il match di domenica tra Casarano e Cosenza, terminato con il punteggio di 3-2 in favore dei calabresi che centrano, così, la prima vittoria esterna del torneo. Nonostante la sconfitta, però, gli atleti rossazzurri scesi in campo sul parquet del “Palatensostatico” meritano solo grandi applausi, per la professionalità e l'attaccamento alla maglia dimostrato, malgrado il periodo non sia dei più felici. Quello conquistato è, comunque, un punto comunque prezioso che permette al Casarano di rimanere ai piani alti della classifica (quinto posto con 19 punti). In avvio di primo set gli ospiti partono subito bene, portandosi sull'1-4. Smaltito l'iniziale sbandamento, gli uomini di Licchelli riescono a recuperare portandosi ad una sola lunghezza. Si gioca punto a punto sino al 16 pari, sino a quando Di Fino e soci si portano sul 19-21. Per il Cosenza, poi, è un gioco da ragazzi chiudere la pratica, portandosi sul 20-25 finale. Sulla stessa lunghezza d'onda del precedente è l'andamento del secondo game. Partenza sprint per i lupi che, però, questa volta subiscono rimonta e sorpasso casaranese arrivando sul 12-9 prima e sul 18-15 poi. I padroni di casa sembrano subire la stanchezza della grandiosa rimonta e i cosentini, d'altro canto, ne approfittano riacciuffando la parità sul 20-20. Il Casarano si ferma qui e gli ospiti ringraziano: si bissa il 20-25. Quando ormai l'andamento della gara sembra scritto, nel terzo set Musardo (autore di una prestazione da ricordare) conduce i suoi sin dal primo scambio. Il Cosenza subisce inerme la reazione rossazzurra tanto da chiudere il set sul 25-15. Ma è nel quarto set che si ammira tutto il grande cuore casaranese. Come nei primi due parziali, la squadra di Jeroncic parte subito forte arrivando al primo tempo tecnico sul 6-8. Il Casarano non ci sta e rientra in campo con un piglio diverso. Il match sale di livello e gli scambi sono ad altissimo tasso di agonismo. Sul 19-22 i calabresi subiscono la grande reazione dei rossazzurri che sfruttano al meglio gli errori avversari e beneficiano di un'ammonizione assegnata a Di Fino. È 25-22. Al tie break tutto sembra andare per il verso giusto per i casaranesi che si portano sul 13-11. Ma il Cosenza si dimostra più abile e conquista set e match. Probabilmente, in altre condizioni, il Casarano avrebbe potuto conquistare il bottino pieno. Ma tant'è. Ora i rossazzurri beneficeranno di un turno di riposo, per poi rituffarsi in campionato nell'ultima gara del girone d'andata con il Potenza. Casarano 2 Cosenza 3 Parziali (20-25; 20-25; 25-15; 25-22; 13-15 ) Durata set: 26’; 27’; 24’; 30’; 18’. Casarano: Laterza 1; Musardo 27; De Leo 15; Anastasia 6; Torsello 1; Battilotti 15; Coi 3; Bisanti (L); Fersini n.e. Cosenza: Andropoli 3; Malluzzo 12; Garofalo; De Marco (L); Di Fino 16; Muccio 12; Piluso; Galabinov 21; Perri n.e.; Smiriglia 7; Colarusso.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!