Un Ecoalbero per un Natale ‘differente’

Casarano. L’installazione natalizia in materiale di riciclo realizzata dalla Igeco per sensibilizzare una volta di più alla raccolta differenziata

CASARANO – Bottiglie di vetro verde e di plastica trasparente, lattine rosse e cartone. Sono i materiali di cui è fatto l’Ecoalbero, un’installazione realizzata da Igeco, la società che gestisce il servizio di raccolta differenziata e igiene urbana che fa bella mostra in piazza San Domenico, a Casarano. I materiali di recupero danno vita ad una piramide a base triangolare sormontata da una stella, che ricorda un albero di Natale. Una struttura originale, ottenuta da materiale di risulta e da raccolta differenziata, posizionata non sol nella piazza di Casarano, ma anche in tutte le piazze dei Comuni in cui Igeco gestisce il servizio rifiuti. L’opera, completamente artigianale, è stata pensata e realizzata ad hoc, dal team di Igeco, per dare un messaggio di auguri carico di significati. In questo modo, infatti, la società ha voluto portare alle famiglie il non facile messaggio dell’importanza della raccolta differenziata, puntando sulla valenza estetica che possono avere i materiali recuperati. Il ruolo di primo piano è stato dato ai cittadini che, attraverso la corretta separazione dei rifiuti, effettuata nelle abitazioni, hanno contribuito ad abbellire la loro città. Non solo. È stata attivata allo scopo una raccolta dedicata presso gli Istituti scolastici, che ha chiesto ai ragazzi di mettere da parte, in famiglia, bottiglie e lattine ormai usate e, dopo averle lavate, di portarle a scuola in giorni prefissati, conferendole nei contenitori con l’adesivo “Natale differente”. L’iniziativa ha dunque un duplice valore, sociale e culturale: sociale, in quanto valorizza il fondamentale lavoro svolto dagli operatori ecologici impegnati nella raccolta e dai cittadini che attuano la separazione dei rifiuti nelle abitazioni; culturale, poiché promuove la raccolta differenziata e modifica l’idea che i rifiuti siano spazzatura di cui “sbarazzarsi”. L’iniziativa della società, in linea con gli obiettivi comuni di educazione e sensibilizzazione della cittadinanza ai temi ambientali, ha ottenuto il patrocinio dei Comuni di Casarano, Manduria, Matino, Novoli, Parabita, Ruffano e Taurisano. Ecco le piazze dove potrete trovare un Ecoalbero: S. Domenico (Casarano), S. Francesco (Ruffano), Fontana (Taurisano), Giorgio Primiceri (Matino), Immacolata (Parabita), S. Antonio (Novoli), Garibaldi (Manduria).

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Leave a Comment