Sorvegliato speciale antimafia in giro in auto. Preso

Surbo. Viola nuovamente gli obblighi. Ritorna in carcere Andrea Rosafio

SURBO – Non avrebbe mai dovuto guidare perché la patente gli era stata ritirata. E invece i carabinieri di Surbo, ieri, l’hanno fermato a bordo di una Fiat Punto, tra l’altro senza copertura assicurativa. Ritorna in carcere Andrea Rosafio, 35 anni, del posto. L’uomo è un sorvegliato speciale antimafia obbligato al soggiorno nel Comune di residenza. La patente gli è stata ritirata come sanzione per i suoi precedenti. Ma non è servito ad impedirgli di mettersi alla guida. Numerose le violazioni riscontrate e che sono state annotate nel verbale del posto di blocco. Ma i controlli sono proseguiti anche presso il domicilio di Rosafio, dove è stato trovato dell’hashish destinato al consumo personale, che è stato sequestrato. Non era la prima volta che Rosafio violava gli obblighi imposti dal regime di sorveglianza. Rosafio era tra gli imputati nel processo “Pit3” nato da un’operazione condotta negli ambienti della sacra Corona Unita.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Leave a Comment