Collepasso, il sindaco ripudia il suo vice

Collepasso. Il primo citatdino Menozzi ha revocato l’incarico di assessore e vicesindaco a Rocco Sindaco. L'opposizione: “Si dimetta anche lui”

COLLEPASSO – Il sindaco Paolo Menozzi ha revocato l’incarico di assessore e vicesindaco a Rocco Sindaco. Una decisione che sarebbe indicativa dello stato di profonda crisi dell’Amministrazione comunale. Questo, perlomeno, è il commento dell’opposizione, ed in particolare dei gruppi “Unione per Collepasso” (Vito Perrone e Pantaleo Gianfreda) e Pd (Giuseppe Castellana). Per loro, il “licenziamento del vicesindaco”, il più votato dei consiglieri di maggioranza, sarebbe solo “uno degli momenti più esasperati della crisi e del profondo disagio che hanno accompagnato la maggioranza sin dal suo insediamento”. “L’attuale Amministrazione – si legge in una nota congiunta dei due gruppi consiliari – è largamente isolata e sfiduciata nell’opinione pubblica collepassese ed è ormai priva di una vera maggioranza politica. Sono sotto gli occhi di tutti il profondo degrado politico, morale e finanziario in cui il sindaco Menozzi e la sua maggioranza hanno portato il Comune in un solo anno e mezzo, gli scandali, le figuracce, gli atti illegali ed immorali, le provocazioni, le lotte intestine, gli scontri continui, la totale carenza di progettualità, le vendette e le ritorsioni contro l’opposizione, gli evidenti fallimenti politico-amministrativi”. Secondo i tre firmatari della nota, al sindaco Menozzi non spetterebbe dunque che rassegnare le proprie dimissioni.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Leave a Comment