Spending review, la Regione impugna la legge

Due le impugnative relativamente agli articoli 4 e 19, che limitano l’autonomia della Regione sulle società in house e sulle Unioni dei Comuni

La Regione Puglia impugna le legge 135 emanata dal Governo Monti lo scorso agosto “Disposizioni urgenti per la revisione della spesa pubblica con invarianza dei servizi ai cittadini”, meglio conosciuta con “Spending-review”. Due le impugnative dinnanzi alla Corte Costituzionale. La prima è relativa all’art. 4, laddove si incide sul potere di auto-organizzazione degli Enti territoriali(o delle Regioni in particolare), comprimendo in tal modo i margini di autonomia costituzionalmente garantiti. In pratica, viene ridotta la possibilità, per le Amministrazioni, di autoprodurre i necessari servizi attraverso le società in house, peraltro anche già costituite. La seconda impugnativa si riferisce all’art. 19, nella parte in cui ripropone una precedente legge, anche questa impugnata dalla Regione, che invade la competenza regionale relativamente alle Unioni di Comuni.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati