Scippatore in Corte dei fiori. Ma la fuga dura poco

Lecce. Il ladro, minorenne, è stato individuato grazie alle informazioni fornite da un testimone e ai filmati delle telecamere di un’attività vicina

LECCE – E’ durata meno di un’ora la fuga di D.G.G, minorenne di Bari, autore del furto con strappo di una collana ad una donna di 69 anni, uscita di casa per buttare la spazzatura, a Lecce in Corte dei fiori. Il giovane le si era avvicinato con modi gentili, offrendole un aiuto per rincasare. Avvicinatosi alla signora, che dunque aveva abbassato le proprie difese davanti a tanta gentilezza, in un attimo le ha strappato la collana dal collo, lasciandola cadere a terra. Il giovane è poi immediatamente fuggito. Ma un cittadino cingalese, residente a Lecce, lo ha visto scappare e rincasare in un condominio di via Taranto. Informazione preziosa per i carabinieri di Lecce Santa Rosa e per quelli del Nucleo Radiomobile, accorsi sul posto.

ladro collanina

Le telecamere di sicurezza di un'attività nei paraggi hanno ripreso il giovane che si allontanava

ladro collanina

Così, mentre venivano visionati i filmati delle telecamere a circuito chiuso presenti in zona, i militari hanno raggiunto il condominio indicato e, passando di abitazione in abitazione, hanno rintracciato il giovane ladro, complice anche l’atteggiamento sospetto delle altre due inquiline. Il riconoscimento del cittadino cingalese, quello della vittima, ed il supporto delle immagini estrapolate dai filmati delle telecamere, non hanno lasciato dubbi che il giovane corrispondesse perfettamente all’autore del furto. Condotto in caserma, su disposizione del magistrato di turno presso la Procura minorile, Imerio Tramis, D.G.G. è stato trasportato presso il Centro di prima accoglienza di Monteroni, in stato di arresto. Le indagini degli inquirenti proseguono per verificare se il giovane sia l’autore anche dei furti che sono stati compiuti in zona negli ultimi giorni. 10 ottobre 2012 ‘Serve aiuto con le buste’? E le ruba la collanina LECCE – Sembrava il gesto cortese di un ragazzo giovane, invece era solo il tentativo di mettere in atto uno scippo. Riuscito, purtroppo. A farne le spese una pensionata 69enne di Lecce che stamattina, attorno alle ore 9.30, è stata raggiunta in via Taranto da un giovane che si è offerto di aiutarla a trasportare le buste della spesa. La donna ha accettato ma, un attimo dopo, il ragazzo le ha messo le mani al collo e le ha strappato la collanina d’oro, fuggendo via a piedi tra le stradine dei paraggi. Fortunatamente le telecamere di sicurezza del centro di scommesse sportive “Better slot” che sorge nei paraggi hanno ripreso la scena ed anche la fuga, seguendo il ladro fino ad un appartamento, dove si è nascosto. Poco dopo, in quell’appartamento, gli hanno fatto visita i carabinieri di Lecce, che lo hanno prelevato e condotto presso il Comando provinciale. La vittima dello scippo è stata soccorsa dal personale del 118, giunto sul posto, che ha riscontrato solo delle lievi escoriazioni ad un ginocchio.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Leave a Comment