Destagionalizzare? La ricetta di Lecce

Lecce. L’assessore al turismo Massimo Alfarano commenta con soddisfazione il “tutto esaurito” di metà settembre nelle strutture ricettive della città

LECCE – “Siamo a settembre inoltrato, eppure sembra di essere in pieno agosto: Lecce città di eventi ha fatto nuovamente centro. E così tra la Notte Bianca e la Finale Mondiale del Red Bull Street Style, che con tutte le forze abbiamo voluto nel capoluogo, si registra il tutto esaurito nelle strutture ricettive. Insomma, quando qualche anno fa parlavamo di diversificazione dell’offerta e destagionalizzazione dei flussi non stavamo pronunciando parole vuote, ma ci stavamo rimboccando le maniche per centrare due obiettivi che consentono alla nostra città di fruire, pienamente, delle sue potenzialità turistiche”. L’assessore al Turismo del Comune di Lecce Massimo Alfarano commenta con soddisfazione il “tutto esaurito” nelle strutture della città. Merito, dice, di un’offerta culturale di grande richiamo, che ha saputo attirare nel capoluogo salentino visitatori da molte parti d’Italia. “La possibilità che dà Lecce di contaminare variegati generi turistici e architetture preesistenti è quanto mai importante – aggiunge -: vedere nell’Anfiteatro Romano, retaggio antico della cultura territoriale, le acrobatiche esibizioni dei talenti dello street style, sport globalizzante per antonomasia, fa capire le potenzialità che si possono sprigionare nella promozione del territorio. Non è un caso che a giudicare questi giovani atleti, siano stati chiamati fuoriclasse del calibro di Fabio Cannavaro e Pippo Inzaghi. Se qualcuno ha pensato un solo momento che lo sport non avrebbe potuto fare da traino allo sviluppo turistico sarà costretto a ricredersi, alla luce anche del successo di importanti tornei che si sono svolti quest’estate nelle nostre marine. L’impegno, poi, dovrà essere rivolto, fino a ottobre, a sfruttare la convegnistica congressuale che, pur risentendo della crisi economica che attanaglia l’Italia, non mancherà di omaggiare Lecce”. “Il pienone dell’estate, quindi – continua Alfarano -, non è più un felice fattore episodico, bensì l’anello di una catena che, partendo con la mite primavera che il Salento offre, può tranquillamente giungere ai festeggiamenti di fine anno. In questi anni l’Amministrazione cittadina si è distinta per la grande operatività. Quando si raccolgono i frutti di tanta semina significa che si è bene operato”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Leave a Comment