Le ragazze del Morvillo, a scuola tra gli applausi

Brindisi. Presente anche il papà di Melissa. “E’ triste, lo faccio per lei”

BRINDISI – Un primo giorno di scuola diverso dagli altri. Un rientro che non può non portarsi dietro un groviglio di sensazioni e di ricordi che, purtroppo, feriscono ancora. Sono state accolte dagli applausi e dagli abbracci dei loro compagni di scuola le cinque studentesse di Mesagne ferite nell'attentato del 19 maggio scorso alla scuola Morvillo Falcone di Brindisi nel quale ha perso la vita Melissa Bassi. Sono arrivate a scuola con un pullman e alcune di loro erano accompagnate dai genitori. Veronica Capodieci, che a lungo ha lottato tra la vita e la morte, è entrata nell’istituto tenendo per mano la sorella Vanessa, anche lei ferita nell'attentato, ma in modo più lieve. Anche Massimo Bassi, il papà di Melissa, oggi alla Morvillo Falcone. “Sento una grande emozione – ha dichiarato -, un'emozione fortissima, è troppo triste. Sono qui solo per Melissa”. Articoli correlati: Brindisi: 5000 no Melissa, oggi l'addio nella chiesa Madre Attentato di Brindisi. Il giorno dell'addio a Melissa ‘Giustizia è fatta, non è un padre' Cronaca di una giornata tra le ragazze della 'Morvillo' L'atroce dubbio della amiche di Melissa: voleva colpire il pullman di Torre Santa Susanna? Attentato di Brindisi. Gli studenti pugliesi si mobilitano

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!