Le ragazze del Morvillo, a scuola tra gli applausi

Brindisi. Presente anche il papà di Melissa. “E’ triste, lo faccio per lei”

BRINDISI – Un primo giorno di scuola diverso dagli altri. Un rientro che non può non portarsi dietro un groviglio di sensazioni e di ricordi che, purtroppo, feriscono ancora. Sono state accolte dagli applausi e dagli abbracci dei loro compagni di scuola le cinque studentesse di Mesagne ferite nell'attentato del 19 maggio scorso alla scuola Morvillo Falcone di Brindisi nel quale ha perso la vita Melissa Bassi. Sono arrivate a scuola con un pullman e alcune di loro erano accompagnate dai genitori. Veronica Capodieci, che a lungo ha lottato tra la vita e la morte, è entrata nell’istituto tenendo per mano la sorella Vanessa, anche lei ferita nell'attentato, ma in modo più lieve. Anche Massimo Bassi, il papà di Melissa, oggi alla Morvillo Falcone. “Sento una grande emozione – ha dichiarato -, un'emozione fortissima, è troppo triste. Sono qui solo per Melissa”. Articoli correlati: Brindisi: 5000 no Melissa, oggi l'addio nella chiesa Madre Attentato di Brindisi. Il giorno dell'addio a Melissa ‘Giustizia è fatta, non è un padre' Cronaca di una giornata tra le ragazze della 'Morvillo' L'atroce dubbio della amiche di Melissa: voleva colpire il pullman di Torre Santa Susanna? Attentato di Brindisi. Gli studenti pugliesi si mobilitano

Leave a Comment