Cortili aperti, che emozione

GUARDA IL VIDEO. Lecce. 32 tra Dimore Storiche e Chiese del Seicento e Settecento si sono aperte al pubblico nello scorso week en

LECCE – 18 anni. I Cortili sono diventati maggiorenni. E sono tornati ad aprirsi per essere ammirati nello scorso week end. Ecco la diciottesima edizione di Cortili Aperti, organizzata dalla Sezione Puglia dell’Associazione Dimore Storiche Italiane, presieduta da Giuseppe Seracca Guerrieri e con l’organizzazione di Alessandra Carucci e Paola Valentini. Un appuntamento di tutto prestigio che si inserisce nell’ambito delle Giornate Nazionali dell’ADSI per offrire ai visitatori tour guidati, concerti, mostre, letture, corsi. Trentadue tra Dimore Storiche del Seicento e Settecento si sono aperte nel cuore di Lecce come scrigni per essere vissute dai turisti alla ricerca del bello, soprattutto quello meno conosciuto, espressione di un’epoca irripetibile e carica di fascino. E’ stato possibile visitare atri e giardini abitualmente chiusi al pubblico e in ognuno il visitatore ha trovato momenti musicali, culturali e di intrattenimento. Un viaggio storico e culturale inedito per chi ha scelto di trascorrere questo fine settimana nel capoluogo salentino.

Giuseppe Seracca Guerrieri-Presidente A.D.S.I Puglia from Salento Quotidiano on Vimeo.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Leave a Comment