40 anni per gli ‘Amici della Lirica Tito Schipa’

Lecce. Un concerto giovedì prossimo a Villa Della Monica per festeggiare l’importante ricorrenza

LECCE – 40 anni per l’Associazione ‘Amici della Lirica Tito Schipa’ di Lecce. Un compleanno che l’Associazione festeggerà con un evento di tutto prestigio: un concerto a Villa Della Monica a Lecce per pianoforte e voce, pianista il maestro Valerio De Giorgi e la soprano Natalina Masala. 40 anni di impegno culturale e artistico per l’Associazione, con incontri anche di letteratura, di filosofia nella sede di viale Don Minzoni. E poi il prestigioso Concorso biennale per giovani cantanti lirici, nato nel 1984. Ricordiamo che l’associazione è nata il 7 giugno del 1972 ad opera di nove melomani della città, tra cui Domenico Barbano e Domenico Faivre che è stato il primo presidente. Poi si sono alternati nelle vesti di presidente, Francesco Mazzotta, Francesco Toriello, Cosimo Longo e dal 2010 dell’associazione è presidente Elvira Romano. L’associazione si è sempre mossa con lo spirito definito dallo statuto di “..concorrere a diffondere, alimentare e appagare l’interesse per la musica in genere e la musica lirica in particolare, promuovendo e appagando iniziative a ciò idonee…”. Nell’ultima Stagione Lirica della Provincia di Lecce i due differenti cast dell’opera ‘L’Elisir d’Amore’ di Donizetti, erano formati dagli otto giovani vincitori del Concorso promosso dall’associazione, a seguito di una convenzione stipulata con la Provincia. Ricordiamo ancora che ogni mese viene organizzato un concerto ospitato nel museo Sigismondo Castromediano. E vengono organizzati viaggi per assistere a spettacoli lirici nei teatri italiani più prestigiosi. Vice presidente dell’associazione è Antonio Montinaro, segretaria Emilia Marinella, tesoriera Giovanna Caracuta, delle pubbliche relazioni e addetta stampa Maria Luisa Capasa, Marialuisa Fanciano cerimoniera, Cristina Fiordaliso e Eugenio Mangione consiglieri, Antonio Vergari, direttore artistico.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!