Tutti dicono ‘Costituzione’

Lecce. Sarà consegnata alle biblioteche di Lecce la costituzione italiana tradotta in 14 lingue

LECCE – E’ un gesto più volte significativo. Perché ricorda l’importanza dei principi sui quali si poggiano la cultura e la società italiane. E perché ricorda che tutti sono uguali, sotto lo stesso tetto tricolore, nonostante lingue e trascorsi differenti. Stasera (alle ore 19.30) a Palazzo Turrisi di Lecce, l’associazione di volontariato “Donne del Sud” (fondatrice Tiziana Lezzi), in collaborazione con la Provincia di Milano, presenterà la Costituzione italiana tradotta in 14 lingue. L’iniziativa serve a favorire un percorso di cittadinanza tra le persone di origine straniera che vivono, studiano e lavorano nel nostro territorio. Il volume è stato realizzato dalla Provincia di Milano nella convinzione che il processo di integrazione degli stranieri nelle città italiane possa compiersi attraverso la conoscenza e il riconoscimento reciproco, non solo a livello culturale ma anche al massimo livello giuridico e statale rappresentato dalla Costituzione. Alla presenza di Ornella Bongiorni, responsabile del settore Comunicazione della Provincia di Milano, Tiziana Lezzi, consegnerà copia della Costituzione anche alla Biblioteca provinciale Sigismondo Castromediano, (la ritirerà, per la Provincia di Lecce,l’assessora alla Cultura Simona Manca), alla Biblioteca dello Sportello Immigrati (a ritirarla sarà l’assessora provinciale alle Pari opportunità Filomena Solero D’Antini), alla Biblioteca del settore Immigrati (Antonio Lamosa, del Comune di Lecce), alla Biblioteca dei Comboniani (Padre Gianni Capaccioni), alla Biblioteca Centro Interculturale Afersi (Papas Nik Pace), alla Biblioteca Centro Interculturale Migrantes, alla Biblioteca “Caracciolo Fulgenzio”; alla Biblioteca della Chiesa Evangelista Assemblea di Dio (Leonardo Gomes Leao), alla Biblioteca della Moschea Assalati (Haouari Mohamed). Nel corso dell’evento si esibirà il coro di voci bianche “Cinciallegre” eseguendo, tra l’altro, l’Inno d’Italia. Verranno inoltre letti 14 articoli della Costituzione in lingua italiana e grazie alla collaborazione di Rosi D’Agata, numerosi stranieri rileggeranno l’articolo nella propria lingua d’origine. Sono stati invitati, a dare lettura in lingua italiana esponenti di spicco della città di Lecce. Nel corso dell’evento verranno raccolti fondi a sostegno dell’associazione di Onco-ematologia pediatrica AGOP. A tutti coloro che verseranno un libero contributo verrà donata una bottiglia di vino offerta da Aziende Vinicole Salentine, alle quali verrà assegnata la pergamena della solidarietà. L’evento auto sovvenzionato di solidarietà e integrazione gode del Patrocinio della Provincia di Milano, Provincia di Lecce, Comune di Lecce, Associazione Regionale Pugliesi Presidente, da chi è composta l’associazione “Donne del Sud”? “E’ composta da me, Tiziana Lezzi che sono la fondatrice e da altre 50 donne, circa”. Con quali intenti è nata?“E’ nata per sostenere la promozione e formazione delle donne e dei giovani”. Quali altre iniziative sostiene? “Si occupa di iniziative solidali a sostegno dell’AGOP e AttivaMente Puglia”. Come nasce la collaborazione con la Provincia di Milano? “Da un felice incontro su facebook con Ornella Bongiorni, milanese e moglie di Paolo Rausa di Poggiardo. Dopo varie discussioni in chat sia con lei che con lui abbiamo visto che si potevano gettare le basi per una collaborazione reale, e dopo aver saputo che la Provincia di Milano aveva realizzato questo testo, ne sono rimasta piacevolmente colpita… pertanto ho contattato il vice-presidente pregandolo di inviarmi alcune copie, che effettivamente erano già esaurite. Lui è riuscito comunque ad inviarmene diverse e io ho deciso di donarle alle biblioteche”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Leave a Comment