Bollenti Spiriti, tutti a Lecce. Al via il Camp

Lecce. Da oggi al 2 giugno alle Manifatture Knoss la fiera dei progetti e delle idee dei giovani pugliesi finanziati dai fondi della Regione Puglia

LECCE – Saranno tre giorni di giovani e di idee innovative. Tre giorni “a ruota libera”, senza scaletta e calendari predefiniti. Perché saranno gli stessi protagonisti, i giovani appunto, a definirli via via. Si apre oggi l'edizione 2012 del Bollenti Spiriti Camp, la fiera dei progetti e delle idee dei giovani pugliesi finanziati dai fondi della Regione Puglia. E sarà ospitata a Lecce, alle Manifatture Knoss, fino al 2 giugno. “L’evento si terrà in modalità di auto convocazione – ha spiegato l’assessore regionale alle Politiche giovanili Nicola Fratoianni -. Non sarà dunque un appuntamento convocato da noi, ma è sempre in fase di crescita e modifica grazie ai tanti partecipanti. E sarà un grande evento: non tanto per le dimensioni, ma per la pluralità di articolazione di molti eventi, per la qualità dei confronti, della messa in rete delle esperienze”. Definiti, per ora, solo i temi cardine di ogni giornata, ovvero il territorio, la conoscenza, la cittadinanza. La giornata di oggi sarà dedicata ai progetti nell’ambito dell’agroalimentare, dei beni culturali, dell’architettura, dell’ecologia e ambiente, di rifiuti e riciclo, di energia, di ospitalità e ristorazione, territorio, trasporti e mobilità, turismo, animali, sviluppo sostenibile oltre che ai progetti di arte, cultura e spettacolo legati al territorio. La giornata domani sarà appannaggio dei progetti che si occupano di innovazione tecnologica, informatica, ricerca scientifica, web e multimedia, comunicazione, e-learning, editoria, scuola e formazione, imprenditorialità, moda e design e ai progetti di arte, cultura e spettacolo legati alla produzione e condivisione di conoscenza. Sabato sarà dedicato ai progetti che si occupano di cittadinanza attiva, inclusione sociale, infanzia, disabilità, migranti, non profit legalità lavoro e occupazione, cooperazione internazionale, salute e benessere, volontariato, tempo libero, scambi internazionali, sport, progetti nel campo dell'arte, della cultura e dello spettacolo legati ai temi della solidarietà, della partecipazione e della cittadinanza. In questa giornata è previsto anche il workshop sull’antimafia sociale in collaborazione con Libera e Flare. “Sarà un’occasione – ha spiegato Fratoianni – per aprire una finestra sulla Puglia del futuro. Bollenti Spiriti Camp è una creatura solidale e sostenibile, dove i protagonisti si autopromuovono e si mettono in vetrina, si raccontano. Perché quello che differenzia le politiche giovanili della Puglia da quella delle altre Regioni è la filosofia di fondo che è fuori dalla retorica della condizione giovanile e che mette a disposizione dei giovani strumenti per mettere in condivisione idee”. “Sul sito web di BS – ha dichiarato ancora l’assessore regionale – da anni migliaia di giovani confrontano esperienze. Ed oggi con il Camp attiviamo queste esperienze, le mettiamo in mostra, fertilizziamo le molteplici tracce offerte. E combattiamo gli elementi di passivizzazione con l’attivazione sociale. Perché l’effetto della crisi non è solo economico, ma causa una gigantesca rinuncia al futuro. Con l’esperienza di Bollenti Spiriti facciamo argine a questo rischio: è una strategia per uscire dalla crisi sociale, una crisi che rischia di diventare antropologica per un’intera generazione”. // @sud: ‘Guide turistiche fai da te’ Nell’ambito del Bollenti Spiriti Camp, l’associazione di promozione sociale Chiocciola a sud (@sud), presenterà il proprio progetto “Sistema Informativo Turistico della Provincia di Lecce”. Il progetto punta a un allargamento della fruizione, turistica e non, di tutte le bellezze salentine andando ad agire su nuovissimi sistemi di informazione. A tal fine è stato creato un geoportale con funzionalità WebGIS (un sistema che ha specifiche finalità di comunicazione e condivisione delle informazioni con altri utenti) all’interno del quale sono state caricate singole schede che spaziano tra i più suggestivi scenari del Salento. Il risultato è una riproduzione web 2.0 del Salento e attraverso il portale sarà possibile creare delle guide personalizzate: dalla visita dei monumenti, ai percorsi cicloturistici, dalle vie della degustazione, ai percorsi naturalistici. Sarà possibile inoltre calcolare i percorsi a piedi o in auto e, infine, dopo aver selezionato tutto il percorso che si intende fare, si sarà realizzata una guida personalizzata, mirata sulle proprie esigenze. Il progetto verrà esposto nella mattinata di oggi.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!