Bomba a Brindisi: bollettino medico

Brindisi. Pubblichiamo il bollettino medico del Direttore Sanitario ASL Br Dr.ssa Graziella Di Bella

BRINDISI – Pubblichiamo il bollettino medico del Direttore Sanitario ASL Br Dr.ssa Graziella Di Bella: “L’intervento chirurgico sulla paziente in prognosi riservata ricoverata in rianimazione si è concluso. Sono intervenuti i chirurghi generale, toracico, plastico e ortopedico. Parametri vitali stabili. La paziente con prevalenza del trauma toracico sta per essere trasferita presso la rianimazione del P.O. di Lecce per la competenza chirurgica di cui sopra. Una delle pazienti ricoverate è stata sottoposta ad intervento chirurgico da parte degli ortopedici e dei chirurghi plastici in quanto presenta ustioni, perdita di sostanza e fratture. Le condizioni sono gravi ma stabili. Un’altra paziente è attualmente in sala operatoria in quanto sottoposta ad intervento di toilette chirurgica per ferite profonde agli arti inferiori. Per il resto dei pazienti si confermano le notizie diffuse attraverso il precedente bollettino”. ORE 14:00 Smentito il decesso della seconda studentessa BRINDISI – Sospesa tra la vita e la morte. Ma Veronica Capodieci, anche lei di Mesagne, è viva. Altri tre ragazzi sono in sala operatoria in condizioni gravi. Morta sul colpo la giovane Melissa Bassi, mesagnese di 16 anni. Vittima dell'esplosione di un ordigno collocato davanti all'istituto professionale “Morvillo Falcone” qualche minuto prima delle 8.00 di questa mattina. Arrivano dall'ANSA le prime dichiarazioni. Quella del prof. Angelo Rampino, preside della scuola “Morvillo Falcone”, è lucidissima, nella sua drammaticità: “L'attentato è stato fatto per uccidere: a quell'ora le ragazze entravano, proprio a quell'ora. Fosse accaduto alle 7,30 non ci sarebbe stata nessuna conseguenza”. Anche il neo Sindaco di Brindisi Mimmo Consales, appena eletto, dichiara: “Ci sono troppe coincidenze in questa vicenda. Mi auguro che siano solo tali, anche se in questo momento la nostra unica preoccupazione è quella dei ragazzi”. La bomba era composta da TRE bombole di gas collegate tra loro. ORE 9:00 Chock. Bomba, muore studentessa Un ordigno nascosto in un cassonetto di fronte all'istituto professionale femminile 'Morvillo Falcone'. Sette feriti, una ragazza è morta. Stamane alle 7.45, di fronte all'ingresso dell'Istituto professionale femminile “Morvillo Falcone”, è esplosa una bomba. Era nascosta in una cassonetto dell'immondizia. Complessivamente i feriti sarebbero sette, probabilmente tutte ragazze e studentesse del professionale, trasportate subito all'ospedale Perrino. Pochi minuti fa l'assessore alla protezione civile della regione Puglia Fabiano Amati ha reso noto che una delle studentesse ferite è morta. L'edificio è stato fatto sgomberare e tutta la zona è stata transennata. Agenti della Digos e carabinieri sono impegnati nei rilievi. L'esplosione è stata violentissima: non solo ha danneggiato la scuola, molti i vetri rotti, ma anche alcuni palazzi lì vicino fino ad un raggio di 100 metri. Oggi nel brindisino era previsto il passaggio della Carovana antimafia e pochi giorni fa la Procura ha messo a segno un grande successo, l'arresto di Fabrizio Bernardini, nell'ambito dell'operazione Valle della Cupa.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!