Ruba un’auto, fora la gomma e prova a rubare anche quella

Lecce. Incastrato dalle telecamere è stato condotto in carcere Francesco Delli Noci

LECCE – Nella mattinata di ieri, i militari della Stazione carabinieri di Trepuzzi hanno notificato un ordine di carcerazione, emesso dal Tribunale di Lecce nei confronti di Cosimo Francesco Delli Noci, del posto classe '68, senza occupazione, ritenuto responsabile di un reato che ha a dir poco del rocambolesco. Delli Noci, infatti, la sera del 27 marzo scorso, nella zona di via San Nicola a Lecce, dopo aver rubato una Ford Ka, stava facendo rientro a Trepuzzi, quando, malauguratamente, ha forato una gomma. Deciso nel suo intento, ha pensato bene di rubare una ruota da una Lancia Y parcheggiata nelle vicinanze. Forse allarmato da qualche rumore, o forse per crearsi solamente un alibi, il malvivente ha a quel punto deciso di citofonare ad una casa nei paraggi riferendo di aver visto due giovani che tentavano di rubare l'auto. La persona svegliata nel bel mezzo della notte, una guardia giurata, ha informato sia il reale proprietario della Lancia Y sia i carabinieri che, giunti sul posto, hanno proceduto al controllo della Ford Ka, riscontrando che era stata rubata poco prima. Infatti, il reale proprietario, aveva addirittura consegnato dei filmati ripresi dal suo sistema di video sorveglianza, in cui si notava Delli Noci in azione. Ieri mattina, la denuncia a piede libero si è trasformata in arresto vero e proprio.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Leave a Comment