Ex Prototipo. Presidio dei Cobas davanti alla Provincia

Nardò. All’incontro del 31 maggio con associazioni sindacali e datoriali non sono stati invitati. I Cobas chiedono che le assunzioni procedano alla luce del sole

NARDO' – All’incontro fissato in Provincia per il prossimo 31 maggio – al quale prenderanno parte associazioni sindacali e datoriali – non sono stati invitati. E non può essere stata – ne sono sicuri – una semplice dimenticanza. I Cobas hanno protestato, stamattina, davanti alla sede della Provincia di Lecce per chiedere un incontro al presidente Antonio Gabellone e chiarire con lui le ragioni del mancato coinvolgimento sulla questione della ex Prototipo. La pista di collaudo di Nardò è infatti passata nelle mani di Porsche che ha dato buone speranze per assunzioni e ripristino dei posti di lavoro persi. Il primo nodo da sciogliere, secondo Salvatore Stasi dei Cobas, è quello relativo ai 15 lavoratori che dal 2009 si trovano in cassa integrazione. Una volta che si sarà risolta la loro condizione, allora si potrà pensare a nuove assunzioni. “Ciò che chiediamo è che tutto proceda alla luce del sole e non come di solito avviene in questo territorio, dove trovano posto gli amici degli amici e chi non ha amici si vede calpestare i diritti personali. Vigileremo affinché tutto si svolga secondo le regole”. Intanto, in attesa dell’incontro con Gabellone, stamattina è giunta la notizia che nei prossimi giorni anche i Cobas riceveranno l’invito a prendere arte all’incontro a Palazzo dei Celestini.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!