Videopoker illegale nel retrobottega. Denunciato

Ugento. I controlli della Guardia di finanza mettono nei guai il titolare 40enne di Melissano

UGENTO – I finanzieri della tenenza di Casarano l’hanno scovato, nonostante fosse ben nascosto da sguardi indiscreti. E infatti è stata necessaria un’ispezione nel retrobottega del bar per scoprire la presenza del videopoker illegale. E’ accaduto ad Ugento, presso l’esercizio di un 40enne di Melissano, che poi è stato denunciato alla Procura della Repubblica di Lecce. L’ingegnoso sistema alla base del videopoker sfruttava una doppia scheda collocata all’interno del videogame, che consentiva la fruizione di giocate in cui era insito il gioco d’azzardo del poker; il terminale, inoltre, era stato modificato in modo da rendere praticamente impossibile vincere.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Leave a Comment