De Marco: appello all’anti-destra

Casarano. L’invito del candidato a tutte le forze che non si riconoscono nel modello della destra: ‘Compattiamoci mettendo da parte inutili frizioni’

CASARANO – Ci sarebbero due modi distinti di intendere la città ed il suo sviluppo. E sarebbero quelli del centrosinistra e quelli della destra. L’appello di Attilio De Marco, candidato al ballottaggio contro Gianni Stefano, per la carica di sindaco di Casarano, allora, è proprio a tutti coloro che non si riconoscono nell’idea della destra, “che – dice – pericolosamente cerca di mettere le mani sulla città”. L’invito di De Marco è ad unirsi nuovamente per contrapporsi alla destra. “È tempo di mettere da parte vecchie ruggini ed inutili frizioni – dichiara -. Il centrosinistra casaranese ha portato vari benefici al nostro territorio e alla nostra città, riuscendo a consegnarle un ruolo centrale nel panorama politico ed amministrativo e tutelandola quanto la crisi internazionale iniziava a prendere il sopravvento. Questo impegno è stato espresso in tutte le esperienze amministrative: da Ingrosso a Venuti, fino a De Masi. Il commissariamento non ha certo giovato alla città. È necessario, dunque, prendere atto degli errori compiuti in passato e da essi trarre i giusti insegnamenti per il futuro. Esiste un’egregia cultura politica e una classe dirigente con anime e sensibilità diverse ma affini, che si è presentata alle elezioni divisa, ma che rappresenta pur sempre la maggioranza degli elettori di questo paese. Compattiamola nuovamente e diamo un governo alla nostra Casarano”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Leave a Comment