Voto di scambio. Tutti contro tutti

Lecce. Loredana Capone su facebook garantisce assistenza legale gratuita a chi denuncia; Perrone insinua il dubbio: ‘E se fosse coinvolta’?

LECCE – La questione del voto di scambio, denunciata apertamente nelle scorse ore dal candidato di Io Sud Francesco Cazzella, è il nuovo argomento di scontro tra gli schieramenti. Ieri il candidato del Terzo Polo Luigi Melica, dimostrando di cadere dalle nuvole per la “verità rivelate” ha chiesto a Cazzella di fare i nomi e di interessare la Procura, precisando infine di essere diverso e fuori dal coro. Loredana Capone e Paolo Perrone, candidati rispettivamente per il centrosinistra ed il centrodestra, non hanno perso occasione per attaccarsi. Anzi, per la verità è stato Perrone ad attaccare Capone, che sulla sua bacheca di facebook ha “postato” un messaggio ufficiale in cui si è offerta di garantire assistenza legale gratuita a chi volesse denunciare la cattiva abitudine dei politici impegnati in campagna elettorale. In chiusura, anche lei assicura ai cittadini di non avere a a che fare con il voto di scambio e simili. Perrone invece, più che precisare di non essere toccato dalla cosa, accusa Loredana Capone di essere nuovamente “salita in cattedra” e insinua il dubbio che la pratica del voto di scambio potrebbe addirittura “lambire qualcuno della sua coalizione”. Ecco il post di Capone: “Se ne parla dall'inizio della campagna elettorale: ci sono candidati che promettono denaro in cambio di voto. È una pratica che viola la dignità delle persone, che sfrutta uno stato di bisogno. Chiunque viene contattato per il voto con la promessa o la dazione di denaro denunci! Lo faccia per sé e per i propri figli per un futuro di dignità e libertà. Noi ci rendiamo disponibili ad offrire assistenza legale gratuita a tutti coloro che vogliano denunciare. Con tutti i candidati della mia coalizione ho firmato il codice etico: onestà e trasparenza, no a regali e no a clientele: è un impegno con tutti i cittadini”. Ed ecco il commento di Paolo Perrone: “Che tristezza. Loredana Capone e la sua coalizione stanno dando il meglio di loro in questo ultimo scorcio di campagna elettorale. Sembra di vedere lo stesso film di cinque anni fa, quando il protagonista Antonio Rotundo, con la spropositata e diffamante uscita su Iskenia, tradì la bruciante consapevolezza del mancato sostegno dei leccesi. Oggi, a interpretare questa parte, si è calata Loredana Capone, che parla di voto di scambio, di promesse di denaro e di eventuale assistenza legale ai malcapitati. É questa la vera mancanza di rispetto nei confronti dei nostri concittadini: gli inganni e le strategie denigratorie che la sinistra puntualmente mette in campo quando sente odore di sconfitta; il malvezzo di gettare fango sugli avversari per guadagnare qualche punto percentuale. Condanno fermamente simili pratiche che Loredana Capone, non smentendo il suo vizio di salire in cattedra, sempre a caccia di ipotetici scandali, ha tutto l'interesse di affibbiare ai suoi avversari, non contemplando la possibilità che queste circostanze – se vere – potrebbero lambire la sua stessa coalizione. Questo modo di fare non ripaga. Quando il centrosinistra lo capirà sarà troppo tardi“.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!