Sentenze truccate. In 28 rischiano il processo

Provvedimenti e sentenze scritti, in alcuni casi, dai legali di parte in cambio di regali. La Procura di Lecce ha chiuso le indagini su alcuni professionisti del Barese

Gli indagati sono 28 in tutto. Tra questi ci sono 14 giudici di pace e alcuni avvocati. Secondo la Procura della Repubblica di Lecce, negli anni tra il 2006 ed il 2008, avrebbero pilotato sentenze e provvedimenti in cambio di favori e regali. L’avviso di conclusione delle indagini preliminari è stato inviato nei giorni scorsi agli interessati ed è firmato dalla pm Esa Valeria Mignone. Gli indagati sono in servizio nel Barese, tra Bari, Bitonto, Corato e Modugno. I capi di imputazione, 29 in tutto, spaziano dall’associazione per delinquere al falso, dall’abuso d'ufficio alla corruzione in atti giudiziari, con l'aggravante delle modalità mafiose. Secondo le ricostruzioni della Mignone, in alcuni casi i provvedimenti sarebbero stati addirittura scritti dai legali di parte; in altri casi, gli avvocati avrebbero disposto la restituzione della patente di guida revocata a sorvegliati speciali in cambio di regali di pregio.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!