Tagli dei parlamentari. Ma non si trascuri lo staff

Sprechi a più zeri in Camera e Senato. Dove ogni asciugamano da bagno costa 90 euro

di Giacomo Grippa A proposito della sempre più ventilata riduzione dei parlamentari, non bisogna tralasciare neanche la riduzione dell'organico dipendente. Si pensi che c'è un commesso solo per spostare la sedia ai presidenti delle Camere, quando si siedono o si alzano. Ma quando non ci sono le sedute a quale altro compito assolvono? I dipendenti poi godono anche della 14esima, gratifica eliminata da anni per tutto il lavoro dipendente. Bisognerebbe poi introdurre altre misure d'austerità negli acquisti a Camera e Senato. Le tovagliette delle rispettive toilette sono di lino e costano 90 euro l'una. Penso che bisognerebbe non lavarsene le mani. E l'elenco può, e deve, continuare. Quindi quando si viene ammessi a visitare il Parlamento, bisognerebbe avere accesso anche all’informazione sui costi per il suo funzionamento. Possiamo allora rinunciare a prendere la parola?

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!