A Racale Causo presenta i suoi

Racale. Presentati i 16 candidati consiglieri con Silvio Causo Sindaco per la lista 'Racale è tua'

“Un gruppo coeso, di volti nuovi, lontani dal palcoscenico della politica, ma con le competenze e le professionalità giuste per affrontare la gestione del Comune di Racale.” Con queste parole nella sede del comitato elettorale “Racale è tua”, il candidato Sindaco Silvio Causo, 62 anni, architetto, ha dato il via alla presentazione dei 16 candidati consiglieri comunali. Così ha presentato i suoi: Artigiani, avvocati, imprenditori, professionisti impegnati nel sociale, nella musica e nella cultura: un team di giovani con la voglia di lavorare per la propria città e di cambiare. “Quello che ci prefiggiamo – ha aggiunto Silvio Causo – è un nuovo e più incisivo modello di gestione della pubblica amministrazione e dell’interesse collettivo. Sono convinto che solo la cooperazione possa far crescere la Città e favorirne lo sviluppo”. La lista si compone di persone con diversificate esperienze in più settori Sebastiano Minutello, Massimo Giannelli, Roberto Protopapa, Giuseppe Sabato (artigianato) Federica Bruno (imprenditoria), Fulvio Palese (Arte e cultura) Sebastiano Cacciatore, Tiziana De Lorenzis, Piero Lombardo, Cinzia Francioso, Mario Marzo, Marcello Giannelli (svariate professionalità),Ada Garofalo (Servizi Sociali) fino all’impegno a tutela dell’ambiente con Stefano Casto (Circolo Legambiente Gallipoli) e al settore del volontariato e delle persone disagiate con Paola De Masi. “Quando Silvio Causo mi ha proposto di candidarmi – ha dichiarato Paola De Masi – mi sono detta: “è giunta l’ora di rimboccarsi le maniche: se ci tieni al futuro della tua Città e dei tuoi figli è venuto il momento di darsi da fare. Siamo un gruppo molto affiatato di persone che provengono da settori diversi, nessuno di noi ha mai fatto politica, ma ciascuno di noi desidera mettere a disposizione della Città le proprie competenze, la propria passione e la propria dedizione”. 'Il programma elettorale di 'Racale è tua' – ci spiega Causo – punta ad analizzare e valutare con attenzione tutti gli aspetti dell’attuale realtà del nostro territorio, da quello sociale a quello economico a quello ambientale per giungere ad attuare un cambiamento, è necessario immediatamente ripristinare un più diffuso senso di responsabilità, una ridistribuzione dell’amministrazione dei settori specifici secondo il principio dell’attinenza delle competenze e delle professionalità, in modo da orientare e strutturare un nuovo percorso che ci conduca verso obiettivi chiari, condivisi e maggiormente significativi. Pertanto, è indispensabile attuare più incisive politiche di sviluppo e di sostegno alle imprese locali, incentivare le azioni volte a supportare le politiche sociali e giovanili, adeguare e potenziare la gestione dei servizi e dell’accoglienza turistica, conoscere tutto il patrimonio dei beni culturali e dei beni ambientali per ottimizzarne la gestione. Altro obiettivo e certamente non ultimo consiste nel favorire e promuovere la diffusione della cultura'.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!