Pasqua arriva tra Caremme e Spazzatu

Sannicola. Le tradizioni pasquali rivivono, oggi e domani, nel Comune salentino

SANNICOLA – E’ una Pasqua tra tradizione, cultura e gastronomia quella che si svolge nel Comune di Sannicola. Si inizia oggi alle 19 presso il Parco del Sergente Nisi di Chiesanuova con il rogo purificatore delle Caremme, premiazione e spettacolo di mangiafuoco e giocolieri. La notte prosegue per le vie del paese con i canti delle Matinate, canto a due voci eseguito sull’uscio di casa della famiglia visitata. La porta rimane chiusa e le luci spente, sino alla strofa dei cantori che invita alla consegna dei doni. In realtà, i padroni di casa hanno già preparato un cesto con uova e formaggio da utilizzare per preparare il piatto tipico del pranzo pasquale sannicolese, lu spazzatu (riconosciuto dal Mipaf nell’elenco dei prodotti agroalimentari tradizionali). Poi Sannicola viene invasa per tutta la notte da musicisti e cantanti provenienti da ogni dove, seguiti da uno stuolo di curiosi. A pranzo tutti a mangiare lu Spazzatu, piatto tipico e antichissimo, nei ristoranti di Sannicola che per il periodo pasquale propongono Lu Spazzatu nel menù. La sera di Pasqua, alle 20.00, in piazza della Repubblica, rassegna di Lazzareni, Matinate e canti popolari a cura di Radio Egam, storica emittente radiofonica sannicolese 94.900 Mhz. Presenta lo speaker Piero.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!