E’ morta Rosalba Cazzato, pioniera dello sport per i disabili

Lecce. L’atleta ha partecipato in prima persona a numerose iniziative non solo a livello provinciale

Di Riccardo Longo LECCE – Lo sport Pugliese vive oggi, 28 marzo, una dolorosa giornata di lutto. E’ deceduta ieri Rosalba Cazzato, una donna forte, determinata e dotata di una grande personalità, che ha continuato a marciare nel mondo dello sport paralimpico fino a pochi mesi orsono. Rosalba Cazzato viene ricordata da molti in Puglia e soprattutto nel Salento, come la “pioniera” dello sport per i diversamente abili nella provincia di Lecce, del quale è stata per anni bandiera e punto di riferimento. Rosalba ha promosso con grande volontà e passione lo sport per i diversamente abili, partecipando in prima persona a numerose iniziative non solo a livello provinciale, ma confermando la sua presenza anche a campionati e tornei regionali, diventando un punto di forza del Comitato Italiano Paralimpico. Mettendoci tutta la sua forza e svolgendo un duro lavoro, Rosalba Cazzato è stata presidente della società sportiva Filanto Lecce, che vanta numerosi titoli in vari settori dello sport Paralimpico, e nel 2001 entrò nel direttivo della Consulta Provinciale sull’Handicap, insieme a Vito Marsano e Giuseppe Pasanisi. Il mondo dello sport perde oggi una grande figura, esempio di forza, di passione a di attaccamento ai valori della vita, una guida per numerosi atleti pugliesi portatori di handicap. Dirigenti e sportivi di società ed enti di tutta la Puglia saranno presenti questo pomeriggio a Lecce per rivolgere un ultimo saluto a Rosalba, che vivrà perennemente nei ricordi di chi ha avuto modo, anche in minima parte, di assistere ai suoi immensi insegnamenti di vita.

Leave a Comment