Amministrative. Sel corre da solo

Casarano. Le primarie non ci saranno e il partito di Vendola annuncia la candidatura di Franco De Matteis

CASARANO – L’ufficialità della notizia si attendeva per oggi ed in effetti è arrivata: il partito di Sinistra, ecologia e libertà parteciperà alle Amministrative correndo da solo e non all’interno della coalizione di centrosinistra. Dunque, niente Primarie. E’ stato lo stesso Franco De Matteis, il candidato indicato da Sel già alcuni mesi fa, a spiegare le motivazioni di una tale decisione. Eccole: La lunga fase delle consultazioni tra i partiti del centrosinistra è arrivata all’epilogo finale. In uno scenario che ha visto rincorrersi per mesi ipotesi di primarie, candidati di sintesi, candidati unici, candidati promossi da reti di accordi sovracomunali, finalmente la nebbia comincia a diradarsi ed i risultati sono visibili a tutti, soprattutto all’elettorato di centrosinistra che ha il diritto di sapere quanto è successo. Io posso illustrare brevemente il percorso di Sinistra Ecologia e Libertà (Sel), partito che ha promosso la mia candidatura a Sindaco. Sin da quest’estate, Sel ha espresso due esigenze agli altri partiti: la prima riferita alla necessità che la coalizione desse di sé un’immagine di rinnovamento nelle persone deputate ad amministrare la città in caso di vittoria, sia per proporre una nuova classe dirigente dopo ripetute consiliature di governo del centrosinistra, sia per strappare al centrodestra l’esclusiva di artefice del rinnovamento della politica cittadina; la seconda ha riguardato la necessità di giungere ad un candidato comune attraverso il metodo delle primarie. A onor del vero, alcune forze politiche, tra cui Sel, hanno anche perseguito il tentativo di individuare una figura che potesse mettere d’accordo almeno i partiti della sinistra ma, per varie ragioni, il tentativo non è riuscito. Se le Primarie, dopo un lungo periodo d’offuscamento, hanno improvvisamente conquistato consensi tra i partiti di sinistra, la richiesta di rinnovamento è stata sempre aggirata e messa all’angolo. Un gruppo di rappresentanti politici non sono paragonabili ad un gruppo di amici al bar e le pacche sulla spalla non possono sostituire accordi chiari e pubblici. Una volta intravista la scarsa disponibilità a giungere a delle linee comuni, ci siamo visti costretti a formulare noi delle linee comportamentali che nel tempo abbiamo anche modificato con l’obiettivo di andare incontro alle esigenze di tutti i partiti. Sabato 3 marzo, in una riunione che doveva finalmente sancire lo svolgimento delle Primarie, la nostra richiesta è stata accolta favorevolmente da alcuni partiti presenti mentre si è constatata la contrarietà del Pd. L’assenza di ulteriori notizie ed il tempo che inesorabilmente avanza verso la data delle elezioni finali, certificano che le primarie del centrosinistra a Casarano non saranno celebrate. Spero che tutto ciò non sia condizionato da accordi volti a garantire una (sperata) vittoria a discapito di elementi di omogeneità politica e culturale. Il risultato catastrofico di tentativi analoghi di recente memoria è sotto gli occhi di tutti e gli effetti negativi di tale operazione pesano ancora sulle spalle dei cittadini che meritano una città migliore ed interpreti più degni. Candidato sindaco Franco De Matteis 6 marzo 2012 Amministrative. Sel chiude alle Primarie CASARANO – “Per quando riguarda Sel, il discorso primarie è chiuso”. La segretaria cittadina dei “vendoliani”, Patrizia Cristaldi, tira giù il sipario sul teatrino delle primarie. Il tavolo del centrosinistra di sabato scorso, che doveva definire data e regolamento del “preconfronto”, si era già chiuso con un a di fatto. Partito Democratico e Sel non avevano trovato l’accordo sulle tre condizioni poste dai “vendoliani” per partecipare alle primarie anche con candidati ex amministratori. Il documento doveva essere riscritto per confrontarlo con le altre forze politiche al tavolo delle trattative, ma fino a ieri sera il Pd non aveva ancora proposto alcun documento e, anzi, aveva convocato un direttivo ad hoc. Una mossa che in Sel hanno evidentemente interpretato come scarsa volontà di disputare le primarie. “Obiettivamente i tempi non ci sono più – aggiunge la responsabile politica del circolo di Sel – è chiaro che il Partito Democratico non vuole sottoscrivere il documento che gli abbiamo sottoposto, non vuole convergere sui tre punti. E’ passata una settimana da quando lo abbiamo presentato e non ci hanno ancora dato una risposta. Per noi il discorso primarie è chiuso”. I punti che aveva posto Sel come condizione per partecipare alle primarie riguardavano la condivisione degli eventuali apparentamenti con altre forze politiche in caso di ballottaggio; la composizione della squadra di governo con nuove personalità; l’impegno di un generale rinnovamento dell’intera classe dirigente del centrosinistra. A meno di clamorosi colpi di scena, è probabile che “Sinistra Ecologia e Libertà” annunci presto (forse oggi stesso) la scelta di correre alle Amministrative fuori dalla coalizione di centrosinistra, con il suo candidato alla carica di sindaco, Franco De Matteis, che sarà sostenuto verosimilmente dal Pdci/Fds e, forse, anche dai Verdi. Il Pd avrebbe così campo libero per allargare al centro, come propongono da tempo i vertici provinciali, alleandosi con Udc, Api e Idv con Attilio De Marco (Udc) candidato sindaco. Rimarrebbe da convincere Gabriele Caputo a fare, ancora una volta, un passo indietro.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!