Acqua e fogna. Lavori per oltre 850mila euro

Lecce. Messuti: ‘Lecce tra le più efficienti città del Sud’

LECCE – Si è svolta ieri l’aggiudicazione provvisoria di alcuni lavori dell’Amministrazione comunale di Lecce. In particolare, sono stati appaltati i lavori di ampliamento della rete idrica della marine per un importo di 201.785, 57 euro, iva esclusa, aggiudicati in via provvisoria all’Impresa LE.GA Srl di Sternatia di Lecce. Grazie ai Fondi Cipe sono stati appaltati i lavori relativi alla rete fluviale cittadina per un importo di 241.047, 78 euro, iva esclusa, aggiudicati alla ditta Lezzi Surl di Surbo. Sempre con i fondi ministeriali sono stati appaltati i lavori dell’ampliamento della fognatura nera e della rete idrica cittadina per un importo di 232.141,82 euro, iva esclusa, aggiudicati alla ditta Trio Srl da Surbo. Via libera anche ai lavori di prolungamento di via De Roma, che verranno realizzati con i fondi Cipe (importo 180.000 euro, iva esclusa; impresa aggiudicataria: Marzo Srl di Ginosa) “Siamo riusciti a centrare tutti gli obiettivi che ci eravamo prefissati per il restyling e il miglioramento dei servizi offerti ai cittadini – ha detto l’assessore ai Lavori pubblici Gaetano Messuti -. E’ l’ennesima conferma che questa Amministrazione sta dimostrando una grande capacità di investire i fondi stanziati con il Cipe, ponendosi tra le più efficienti città meridionali per la sua celerità con cui è riuscita a cantierizzare la prima tranche di questi finanziamenti. Grazie a questa solerzia ci candidiamo ad ottenere la seconda tranche dei fondi Cipe in modo tale da completare in via definitiva la rete di servizio destinata alla nostra cittadinanza”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!