Porta a porta spinto. Anche per il turismo

Lecce. L’assessore Alfarano: “Senza cassonetti, una città più pulita e più bella”

LECCE – Cassonetti addio. Il Comune di Lecce opta per il porta a porta a spinto. Con un occhio all’ambiente ed uno all’aspetto della città. “La scelta dell’Amministrazione – ha spiegato l’assessore al Turismo Massimo Alfarano – di passare ad una raccolta dei rifiuti finalizzata a raggiungere i livelli necessari di differenziata attraverso il ricorso al cosiddetto porta a porta spinto, è da ritenersi importantissima anche per lo sviluppo turistico della città”. “A fronte di qualche sacrificio in più da parte dei leccesi – ha aggiunto Alfarano – nella raccolta e nel conferimento dei rifiuti, si trarranno enormi benefici ambientali, economici ed estetici che, ad una città d’arte e di turismo come Lecce, faranno molto bene. Sarà importante, da questo punto di vista, la collaborazione dell’intera cittadinanza, per dare sempre un’immagine di Lecce adeguata alle bellezze architettoniche e alle attese dei turisti”.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati