Bollette dell’acqua e inquilini morosi. Perrone scrive ad Aqp

Lecce. Il sindaco ha chiesto un incontro urgente con i vertici di Acquedotto pugliese per congiurare il distacco dell’acqua per 3mila famiglie

LECCE – Coinquilini Iacp morosi ed annunciati tagli alle forniture da parte di Aqp. Il sindaco Paolo Perrone ha scritto una lettera ai vertici dell’Aqp in relazione alle morosità riguardanti le fatture di pagamento dei consumi idrici, che hanno ricevuto preavviso di sospensione in data 26 febbraio 2012. “Il problema – ha ricordato il sindaco Paolo Perrone – investe circa 3mila famiglie, con tutte le conseguenze che la mancata erogazione idrica comporterebbe, in termini igienico-sanitario e non solo, e anche sull'amministrazione comunale costretta a fronteggiare il fenomeno, garantendo i servizi minimi”. “Peraltro – ha aggiunto – lo Iacp della provincia di Lecce deve economicamente rispondere al pagamento delle dispersioni idriche già accertate”. Per queste ragioni il primo cittadino ha chiesto un incontro urgente con l’amministratore unico di Aqp, Ivo Monteforte e con il direttore generale Massimiliano Bianco “per raggiungere in tempi stretti un’intesa– ha spiegato -, individuando una soluzione che possa scongiurare il distacco dell'acqua. Un passaggio inevitabile per evitare ulteriori disagi alle famiglie interessate”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!