Oltre il mito dello sviluppo. Latouche discute di decrescita

Lecce. Oggi a Lecce, domani a Corigliano. L’economista e filosofo illustrerà la sua teoria per rispondere alle emergenze di oggi

LECCE – Analizzare la possibilità di immaginare un sistema basato su una logica nuova, quella di una “società di decrescita”. In piena crisi economica ed in crisi dei consumi. Il Salento ospiterà oggi e domani due preziosi momenti di riflessione, affidati a Serge Latouche, economista e filosofo, professore emerito di Scienze economiche all’Università di Parigi XI e all’Institut d’études du devoloppement économique et social (Iedes) A partire dalle ore 10.30 nell’aula Sp2 dell’Edificio Sperimentale Tabacchi, Latouche terrà una lezione sul tema “Controsensi e controversie sulla decrescita. Oltre il mito dello sviluppo e il fallimento dell’economia dei consumi”. L’incontro, organizzato da Bottega del Mondo “Made in Dignity” in collaborazione con il Corso di laurea in Scienze della Comunicazione dell’Università del Salento, vedrà la partecipazione di Carlo Mileti, presidente della Società Cooperativa Commercio Equo e Solidale e di Stefano Cristante, presidente del Corso di Laurea in Scienze della Comunicazione. Serge Latouche, animatore di “La Revue du Mauss” e presidente dell’associazione “La ligne d’horizon”, nei suoi numerosi testi (tra cui: “Il pianeta dei naufraghi”, “La megamacchina,” “Giustizia senza limiti”, “Economia e decrescita”, “L’invenzione dell’economia”) ha contribuito al dibattito epistemologico sulle scienze sociali, mettendo profondamente in discussione i concetti di “sviluppo”, “razionalità” ed “efficacia economica”. Da qui l’urgenza di una strategia di decrescita, incentrata sulla sobrietà, il senso del limite, le “8 R” (rivalutare, riconcettualizzare, ristrutturare, rilocalizzare, ridistribuire, ridurre, riutilizzare, riciclare) per tentare di rispondere alle gravi emergenze del presente. Domani Latouche sarà a Corigliano d'Otranto (ore 18, presso il Castello) per il “Laboratorio permanente e collettivo del pensiero” organizzato da “Salento che pensa”. Il laboratorio permanente nella città di Corigliano, ha continuato a vivere attraverso l’impegno personale dei commercianti, i quali hanno sottoposto ai loro clienti alcune domande attraverso delle cartoline da compilare. Quelle domande saranno rivolte a due intellettuali contemporanei, Serge Latouche e Michela Marzano, docente di filosofia morale e politica presso l'Université Paris Descartes. L’iniziativa di Corigliano si inserisce anche all’interno del ventesimo anniversario di attività della cooperativa Commercio Equo e Solidale di Lecce da sempre sostenitrice di una economia equa, solidale e sostenibile per tutti. All’incontro di Corigliano con interverranno Ada Fiore, sindaco di Corigliano, Carlo Mileti, Raffaele Avantaggiato, direttore di Banca Carime SpA.. Moderatrice sarà Graziella Lupo, consulente filosofica.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati