Aloisi: 'Le primarie del centrodestra si allarghino a Rizzo'

Lecce.Azzurro popolare interviene a favore di Gigi rizzo

Il movimento di Azzurro Popolare interviene nel dibattito sorto attorno alla candidatura di Gigi Rizzo alle primarie di coalizione del centrodestra. «Non ci piacciono affatto i veti, per definizione – scrivono i dirigenti del movimento di Aldo Aloisi – tanto più siamo allergici alla compressione della partecipazione. S’è detto da più lati – e concordiamo senza dubbio – che l’occasione del confronto interno al centrodestra sarebbe stata un’ottima opportunità per l’intero schieramento. Dalla stampa in queste ore apprendiamo che Rizzo non sarebbe gradito a qualche dirigente del Popolo della Libertà, e vorremmo invece entrare nel merito. L’'idea malsana di imporre l’'esclusione di alcuni competitor, oltre al rischio di apparire una sorta di segno di debolezza, pone una barriera all’ingresso che non giova affatto alla libera concorrenza. Abbiamo più volte definito questa bella gara come un’occasione gradita di confronto ed insieme allargamento della coalizione. L’argomento secondo cui un iscritto al PdL non avrebbe diritto di “scendere in campo” appare pretestuoso e poco lungimirante, quasi contraddittorio: non era forse quello berlusconiano il tentativo della grande riforma liberale nel nostro Paese?» «Rifuggiamo infine l’idea pericolosa di una democrazia controllata, rifiutiamo con forza il rischio delle primarie coi tornelli all’ingresso. Diamo spazio a tutti, siam liberali non a caso, apriamoci a chi vorrà esserci, ed anche a Rizzo che merita la stima per la battaglia di coerenza che ha intrapreso. Altro argomento su cui vorremmo dibattere è quello del j'accuse di Rizzo. Supporre dunque che la critica alla gestione clientelare ed insieme fallimentare sia di per sé motivo di esclusione appare risibile. Serve essere molto sinceri, occorre semmai fare ammenda, c’è bisogno di non perseverare negli errori. Le scelte in solitaria di qualche esponente della maggioranza a Palazzo di Città rischiano di generare dissenso, al “cerchio magico” non è detto che riesca sempre il trucco: anzi spesso riesce il sortilegio. Auspichiamo – aggiunge Aldo Aloisi – che si convochi urgentemente un tavolo per la definizione delle regole della consultazione che devono essere generali ed astratte, non ad personam e discrezionali. Ce lo insegnano le tante esperienze che sorgono in queste ore in tutta Italia, anche nel centrodestra». Dunque tavolo tecnico dei garanti delle primarie, bozza di programma condiviso da tutte le liste e campagna elettorale leale: queste le richieste delle donne e degli uomini di Azzurro Popolare. Non perdiamo altro tempo, l'elettorato merita il nostro rispetto.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati