Dopo 37 anni approvato il pug di Porto Cesareo

Porto Cesareo. La giunta regionale ha approvato il piano urbanistico generale. Ora il passaggio in Consiglio comunale

PORTO CESAREO – Storica data quella del 23 gennaio scorso per il comune di Porto Cesareo. La Giunta Vendola con propria delibera ha approvato il piano regolatore del Comune ionico, tristemente noto per l’alta percentuale di abusivismo edilizio che ne ha devastato le coste e le spiagge. Lo strumento regolatore si aspettava da 37 anni. La conferenza dei servizi, iniziata il 22 novembre scorso, si è conclusa il 21 dicembre presso l’assessorato all’Urbanistica della Regione Puglia. Erano presenti il sindaco di Porto Cesareo, Salvatore Albano, l‘assessore all’Urbanistica della regione Puglia Angela Barbanente e l’assessore della Provincia di Lecce Giovanni Stefano, che l’hanno presieduta, coadiuvati dai tecnici dei vari Enti. Successivamente il 12 gennaio l’Ufficio tecnico di Porto Cesareo ha consegno presso gli uffici della Regione Puglia tutti i carteggi riguardanti il Piano della Marina. Il prossimo e ultimo passaggio sarà l’approvazione da parte del Consiglio comunale che sarà convocato a breve. “Voler dotare il nostro Comune di un Piano Urbanistico Generale è stato un nostro serio e preciso volere, sin dall’inizio del nostro mandato elettorale – ha dichiarato il sindaco Salvatore Albano – affinché in futuro il nostro territorio abbia una crescita programmata ed ordinata senza più abusivismo edilizio. Voler dotare il nostro paese di un Pug non è solo un obbligo ma anche un dovere morale, per cercare di preservare al meglio il nostro territorio e le sue bellezze, fonte primaria di attrazione turistica; per un paese come il nostro, che basa la maggior parte della propria economia sul terziario, tale opera rappresenta un traguardo importantissimo, un traguardo che ci consentirà di poter programmare uno sviluppo compatibile con l’ambiente. Il Pug per Porto Cesareo è un fattore indispensabile per lo sviluppo ordinato del nostro territorio”.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!