Carne europea spacciata per italiana

Gallipoli. Denunciato il legale rappresentante di una società del settore commercio di carne

GALLIPOLI – Acquistava la carne da Paesi della Comunità europea, indicando come proprio rifornitore un soggetto di Genova. In tal modo, spettava a questi, in quanto primo acquirente sul territorio italiano, il versamento dell’Iva nelle casse dell’erario. E’ finito nei guai il legale rappresentante di una società dell’hinterland gallipolino, 40enne, che ieri è stato denunciato alla Procura della Repubblica dai finanzieri della Compagnia di Gallipoli. La denuncia è arrivata in seguito a dei controlli fiscali eseguiti dalle fiamme gialle nei confronti della società che, per l’anno 2007, avrebbe utilizzato fatture di acquisto per operazioni inesistenti. In tal modo, l’azienda salentina ha sottratto costi per 128.500 euro ed evaso l’Iva per 13mila euro.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!