Primarie del centrodestra. Rizzello: 'No, grazie'

Casarano. La proposta era stata avanzata dal movimento “Regione Salento”

CASARANO – I movimenti politici “Io amo l’Italia” e “Aria Nuova” gelano l’associazione “Regione Salento” e respingono la proposta di svolgere le primarie nell’area di centrodestra. E’ stato lo stesso Fernando Rizzello, candidato sindaco sostenuto dalle due associazioni, a rispondere con una nota all’invito, ritenendo “non opportune” le consultazioni primarie. Intanto, nel più stretto riserbo, si muove il Pdl per cercare di allargare la coalizione. Dopo aver siglato l’alleanza con il Cdc, l’associazione politica di Claudio Casciaro, una delegazione Pdl-Cdc ha incontrato sabato scorso alcuni rappresentanti dell’Udc per verificare se ci sono le condizioni di un’intesa in vista delle elezioni della prossima primavera. Lo Scudocrociato, tuttavia, per allontanare eventuali congetture che potrebbero compromettere il dialogo che l’Udc ha avviato da tempo con il centrosinistra, ha definito l’incontro “non ufficiale” e “di cortesia”. Ma torniamo alla nota di Rizzello sulla proposta di “Regione Salento”. “Con le amiche e gli amici che mi sostengono – dichiara il candidato di Ali-An – abbiamo avviato un progetto politico per costruire una città e un tessuto sociale coeso che abbia nella cittadinanza il suo riferimento ed il suo protagonista primo ed individui nel binomio responsabilità-trasparenza la chiave per un vero progresso economico, civile e culturale; un progetto che sappia ricostruire il senso di essere comunità e restituisca a noi e ai nostri concittadini l’entusiasmo e la capacità di sperare in un futuro migliore per i propri figli”. “Questo progetto – sostiene Rizzello – nasce in aperta critica verso le dinamiche di una classe politica sempre più autoreferenziale, inaffidabile, logora, gerontocratica. Non sono ostile verso lo strumento delle primarie, pur non considerandolo la panacea di ogni male della politica, in particolar modo quando vi è il rischio (e a Casarano c’è) che si trasformino meramente in uno scontro per il potere o nella creazione di grandi accozzaglie “contro qualcuno” con il solo scopo di vincere, non pensando a come poi governare. La gente chiede a me e ai movimenti che mi sostengono – conclude la nota – di continuare la nostra battaglia di cambiamento”. “Non possiamo e non vogliamo deluderla. Per questo non riteniamo opportuno partecipare a consultazioni primarie”. La proposta del movimento di Paolo Pagliaro era indirizzata a tutte le forze politiche del centrodestra e coinvolge anche l’alleanza Pdl-Cdc e l’altra coalizione in campo, formata dall’associazione “Liberacittà” e Fli, che sostiene il vice sindaco uscente Francesca Fersino. 17 gennaio 2012 Regione Salento: ‘Primarie anche nel centrodestra’ CASARANO – Il Coordinamento comunale del movimento “Regione Salento” ritiene necessario che il candidato sindaco della coalizione di centrodestra venga individuato attraverso le primarie. La sorprendente presa di posizione, condivisa con gli organi provinciali dell’associazione di Paolo Pagliaro, è rivolta principalmente al Pdl e poi ai tanti movimenti politici dell’area, alcuni dei quali hanno già ufficializzato il proprio candidato. E l’appello coinvolge per l’appunto i due candidati già in campo – Francesca Fersino (Liberacittà-Fli), Fernando Rizzello (Ali-An) – e quello potenziale dell’alleanza Pdl-Cdc, ossia l’assessore provinciale Gianni Stefano. La nota firmata dal coordinatore comunale, Salvatore Ferilli, ritiene necessario “ricercare una sintesi tra tutte le forze e i movimenti che gravitano nell’area del centro-destra attraverso lo strumento delle primarie. Infatti, così come a Lecce, il nostro Movimento è impegnato a conseguire attraverso il massimo strumento di democrazia partecipata una sintesi politica che sia in grado di fornire all’elettorato moderato di centro-destra una valida alternativa politica per il governo della nostra città. In questo pur breve periodo di attività del nostro coordinamento – prosegue la nota – abbiamo potuto constatare come l’elettorato moderato avverta la necessità di un ricomponimento delle forze politiche di riferimento e dunque di una coalizione elettorale che sia in grado di rappresentare al meglio i propri valori di riferimento”. “Ci auguriamo che, così come a Lecce – conclude il movimento – anche nella nostra città la classe dirigente riesca a superare gli sterili personalismi ed attraverso il confronto democratico possa fornire alla città una sintesi politico-elettorale che possa affrontare, e risolvere, al meglio i numerosi problemi della nostra Casarano”. Tra le altre notizie, da segnalare la costituzione a Casarano dei “Comunisti Sinistra Popolare” (Csp), un partito nato dalla scissione di Marco Rizzo da Rifondazione Comunista. “Questo è un partito che non è teoria, ma è lotta sul territorio – si legge in una nota – rappresenta le istanze popolari, un partito di inclusione e non di esclusione, un partito con una vera linea politica e incapace di tradire i suoi ideali”. “Dobbiamo renderci protagonisti – continua la nota firmata dal segretario Valdimiro Guida – tornare ad avere consensi, riprenderci i nostri consensi, quelli comunisti perchè PD, SEL, IDV non sono partiti comunisti, non rappresentano le istanze popolari. Vogliamo costruire le nostre liste senza escludere nessuno purché sia gente del popolo, disoccupati, meccanici, contadini, operai, piccoli imprenditori, casalinghe, anziani, giovani, padri e madri di famiglia senza però che si montino la testa ma essendo rappresentativi delle richieste e del mandato che riceveranno”.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!