Ripascimento della costa. Rotundo: ‘Un flop’

Lecce. Il capogruppo del Pd invita Perrone a riferire in Consiglio su come sono stati spesi i 5 milioni di fondi europei destinati al progetto

LECCE – Il progetto di ripascimento della costa leccese sarebbe stato un flop. E’ molto critico, Antonio Rotundo, capogruppo del Pd, nei confronti dell’operato dell’Amministrazione Perrone per fronteggiare il problema. Secondo l’esponente del Partito democratico, infatti, il progetto sarebbe una “grande incompiuta” rimasta sulla carta tranne che per “qualche intervento spot, utile più per fare propaganda agli amministratori che per proteggere il litorale dall’erosione”. “Oltre 5 milioni di fondi europei – dice Rotundo – sono stati sperperati senza risultati apprezzabili e le marine leccesi sono al punto di partenza, colpite dalla mareggiata di questi giorni che ha portato alla disperazione i titolari dei lidi”. Per fare chiarezza su questa tematica, che sta diventando uno dei nodi cruciali della campagna elettorale per le Amministrative della prossima primavera, Rotundo invita dunque Perrone e la sua Giunta a riferire, in sede di Consiglio comunale, su come sono stati spesi i soldi destinati al ripascimento. “Per questa ragioni – aggiunge – sarebbe opportuno e necessario che il Consiglio comunale deliberasse di nominare una commissione di indagine per fare chiarezza su questo gigantesco sperpero di denaro pubblico”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!