In bici sotto il segno del fuoco

Novoli. La ciclo-escursione fino ai piedi della focara, per seguire da vicino gli ultimi istanti di preparazione

NOVOLI – Pedalare sotto il segno del fuoco. Calore e luce, e principio di tutto. Per domani, i Cicloamici Lecce organizzano un'escursione in bici fino a Novoli, per far conoscere l’antica e singolare tradizione della Focara a quanti, salentini e non, vogliono scoprire i tesori della tradizione. Come in processione, lungo un percorso inusuale che tocca Giorgilorio e Trepuzzi – ricco di chiese, cappelle e palazzi poco noti ai più – arriveranno a Novoli, per assistere alle ultime fasi della costruzione della Focara. Ogni anno infatti a Novoli si svolge la “festa del fuoco”, in onore di Sant'Antonio Abate, patrono del paese, un avvenimento che richiama, per la sua singolarità, migliaia di visitatori e pellegrini da ogni parte della provincia. Si costruisce un'enorme pira di tralci di vite (la focara), a forma tronco-conica alta circa 25 metri; la sua accensione, in mezzo a spettacolari fuochi d'artificio, avviene la sera della vigilia, cioè il 16 gennaio, ed è il momento culminante della festa. La raccolta della legna secca inizia anche un mese prima della festa. Un tempo le fascine erano donate dai fedeli novolesi, che le sistemavano davanti alla porta di casa. Un traino passava, quasi in processione, le caricava e le trasportava nel luogo dove – unite – avrebbero dato vita alla focara. Anche oggi la fascine, pur mutando nella forma, conservano intatto il loro valore perché anziché essere bruciate nella campagne, sono raccolte, “impacchettate” e trasportate nella piazza ove verrà eretta l'enorme pira. L’escursione prevede la visita alla Chiesa dell'Immacolata, la più antica della città, con un importante affresco bizantino e ad altri monumenti cittadini. Lungo il percorso di ritorno si attraverserà la Valle della Cupa, in un alternarsi di muretti a secco, vigneti, antichi casali, ville e uliveti plurisecolari. Un paesaggio unico, solcato da una ultracentenaria linea ferroviaria salentina attualmente oggetto di una “profonda” modifica nel Comune di Novoli. Raduno e partenza: Lecce, ore 9.00 in Piazza S. Oronzo; partenza ore 9.30 in punto; Rientro: ore 16.00; Percorso: circa 40 km, facile su strade secondarie asfaltate; Bici consigliata: qualsiasi, purché efficiente; Quota di iscrizione: 5 euro a fini assicurativi (per non soci); Dotazioni: acqua, dotazioni per combattere eventuali forature e freddo/pioggia, caschetto protettivo, luci efficienti anteriori e posteriori, gilet riflettente, colazione al sacco; Info &Capogita: Massimo Di Giulio, e-mail massimo_di_giulio@yahoo.it; cell. 329 34 25 253.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!