Via-vai sospetto. Preso spacciatore

Lecce. Emanuele Greco, già noto alle forze dell’ordine, è stato sorpreso con 54 grammi di droga e 1.100 euro in contanti

LECCE – Si è conclusa questa notte, un’operazione dei Carabinieri del Comando Provinciale di Lecce che ha portato all’arresto di uno spacciatore nel quartiere Santa Rosa. Ad entrare in azione sono stati gli uomini del Nucleo Investigativo del Reparto Operativo che, dopo aver osservato, sin dalla serata di ieri, alcuni movimenti sospetti di persone, sintomatici di attività illecita, che entravano ed uscivano da un’abitazione, hanno perquisito alcuni giovani, sorprendendoli con pochi grammi di marijuana destinata all’uso personale. A quel punto, per accertare quale fosse la provenienza dello stupefacente, i carabinieri operanti, coadiuvati dai militari del Nucleo Radiomobile di Lecce, sono entrati nell’abitazione da cui i giovani, controllati poco prima, si erano allontanati ed hanno eseguito una perquisizione nei confronti di Emanuele Greco, 25ennedel posto, già noto alle forze di polizia. Lì hanno trovato 50 grammi circa di marijuana e 4 grammi di hashish, oltre ad un bilancino elettronico di precisione e la somma in contanti di 1.100 euro, in banconote di vario taglio, ritenuta il provento dell’attività illecita. La marijuana, suddivisa in tre bustine, è stata rinvenuta sulla credenza e nei cassetti della cucina. Nella stessa stanza è stato scoperto anche il bilancino, mentre l’hashish era nascosto all’interno di un portaoggetti. Sia il denaro che la droga sono stati sequestrati e l’arrestato è stato associato alla Casa Circondariale di Lecce in attesa della convalida. È difeso dall’avvocata Laura Bruno.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!