La ex discarica diventerà un’area verde

Taurisano. La Regione ha finanziato con più di un milione di euro l’intervento di bonifica in contrada Marasculi

TAURISANO – La ex discarica di contrada “Marasculi” sarà bonificata e trasformata in area da destinare a verde e da sfruttare per scopi naturalistici e socio-culturali. E’ stato sottoscritto a Bari, presso l’assessorato, poco prima di Natale (il 20 dicembre 2011), dall’assessore comunale all’Ambiente Francesco Damiano, il “Disciplinare regolante i rapporti tra Regione Puglia e Comune di Taurisano per la realizzazione dell’intervento di bonifica dei siti contaminati nel Comune di Taurisano”. L’intervento ha per oggetto la messa in sicurezza permanente dell’ex discarica di rifiuti solidi urbani in località “Marasculi”, già oggetto di indagine da parte di un Piano di caratterizzazione finanziato da fondi POR, mediante l’isolamento superficiale dell’area interessata dall’ammasso dei rifiuti (capping) che impedirà le infiltrazioni delle acque meteoriche nel corpo dell’ex discarica, riducendo il rischio di formazione di percolato e la conseguente diffusione dell’inquinamento. Sull’area bonificata si realizzerà uno spazio a verde da sfruttare per attività di socializzazione e di interesse pubblico. L’intervento previsto, che riguarderà un’area di circa 2 ettari nella zona delle cave di tufo dismesse situate a sud dell’abitato, è stato finanziato per 1.033.363 euro dalla Regione Puglia (Fesr 2007/2013 – Asse II – “Linea di intervento 2.5”). Complessivamente la Regione Puglia ha stanziato 4.965.210,60 euro in favore delle Amministrazioni comunali per la realizzazione di interventi di bonifica come quello che si realizzerà nel Comune di Taurisano.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!