Lecce: Gran Galà di Muay Thai & Performanc di Danza

Si è tenuto ieri sera al Palazzetto dello Sport Germano Ventura di Lecce, il Gran Galà di Muay Thai & Performanc di Danza contemporanea a cura di Enrica Didonfrancesco.

Grande successo di pubblico ieri sera al Palazzetto dello Sport Germano Ventura di Lecce, dove si è svolto un evento che per la prima volta ha unito due discipline molto distanti tra loro: il Gran Galà di Muay Thai & Performance di Danza contemporanea. La manifestazione a cura di Enrica Didonfrancesco, con la partecipazione di No Finger Nails e Miss Mikela che ha presentato il suo ultimo singolo, ha visto numerosi match di Muay Thai: Centonze (Oltrecorpo team Lecce) vs Lobaso (team Sasanelli Bari) per la categoria junior, per i professionisti invece: Amoruso (team Sasanelli Bar)i vs Botindari (Viterbo team Botindari) 65 kg. A seguire: Crespino (Oltrecorpo team Lecce) vs Carluccio (Muay Thai Fight Club Mesagne) 67 kg (3×3); Pappadà (Oltrecorpo team Lecce) vs Saporito Daniel 57 kg (3×3); Palazzetti (team Botindari Viterbo) vs Stasi (team Stasi Taranto) per la categoria 60 kg (3×3); Buccoliero (team Buccoliero Taranto) vs Carata (team Helios Lecce) 70 kg (3×3). E per finire un match clou tra il pluridecorato campione leccese Fabio Siciliani – reduce dal successo cinematografico ottenuto con Grazia e Furore, il docu-film prodotto da Winspeare approdato a novembre al Festival del Cinema di Roma – e lo spagnolo Saidou Diaby (categoria 75 kg). Nel Gran Galà c’è stato spazio anche per la danza contemporanea con la coreografia di Enrica Di Donfrancesco e la musica di No Finger Nails, e con le performance di Barbara Mezzi, Ludovica Loprieno, Michela Capone, Elisabetta Accogli, Enrica Mizzi, Erica Pellegrino, Erika Striani, Anna Carico, tutte ballerine di Oltrecorpo Danza. Il Gran Galà di Muay Thai & Performance di Danza contemporanea ha avuto il patrocinio del comune di Lecce e dell’assessore allo sport Nunzia Brandi. “Abbiamo voluto collaborare a questa manifestazione, unica nel suo genere” ha infatti dichiarato l’assessore. “perché siamo convinti dell’interesse che susciterà nella nostra città. Da sempre abbiamo cercato di privilegiare gli sport meno conosciuti ne i fatti ci stanno dando ragione, basti pensare al grande successo ottenuto dal docu-film Grazia e Furore.”

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!